NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itarzh-CNenfrdejaptrues
Mercoledì, 02 Novembre 2016 13:50

Il Catasto a supporto della valutazione dei danni nell'emergenza terremoto, un esempio a Castel Santangelo sul Nera

Renzo Carlucci

L'intervento del Catasto Italiano nell'ambito del progetto Copernicus per la emergenza del terremoto che ha colpito il Centro Italia è da pochi giorni visibile essendo stato utilizzato per la realizzazione delle prime cartografie rilasciate per la valutazione dei danni. Il sistema Copernicus per le emergenze è stato attivato su richiesta dalla Presidenza del Consiglio il 26 ottobre 2016 ed è stato catalogato con il nome EMSR190. Il dato vettoriale del Catasto attualmente disponibile nel sistema WGS1984 su tutta Italia ha dato prova della sua affidabilità portando certezza ai rilevamenti visuali su immagini satellitari in corso per la valutazione dei danni.

La cartografia del Catasto, pur avendo informazioni limitate rispetto alle classiche cartografie di carattere tecnico, conserva le più importanti informazioni utili in caso di gestione delle emergenze, in quanto, oltre a collegare i dati amministrativo tributari relativi ai proprietari, è quella oggi più aggiornata sul tema delle divisioni proprietarie e quindi degli immobili. Qualsiasi variazione che ha carattere amministrativo (eredità, frazionamento, nuova costruzione, demolizione, etc.) è riportata nel termine di poche decine di minuti sul sistema con visibilità nelle mappe automaticamente generate. Le centinaia di migliaia di variazioni sugli immobili e sui terreni effettuate in Italia ogni anno sono con estrema velocità riportate automaticamente sulle mappe grazie alla procedura PREGEO usata per autorizzare li atti geometri e amministratrivi dei geometri che le attuano. Questo conferisce alla mappa catastale una buona affidabilità

E nel caso di un emergenza come quella del terremoto tale informazione si rivela di straordinaria efficacia per velocizzare le opere di coloro che procedono all'individuazione del danno subito.  

 

La mappa vettoriale di seguito riportata riporta il dato Catastale con edifici in poligoni verdi.

CastelSantangeloNeraQGIS

 

Il dato catastale è riportato come Italian National Data:

ItalyNationalData

 

 

Utilizzando il dato catastale la stima dei danni è facilitata, nel caso in esame la tabella allegata alla mappa:

Consequences EMSR190 27CASTELSANTANGELOSULNERAAERIAL GRADING OVERVIEW v2 100dpi pdf 1 pagina

I dati vettoriali disponibili e scaricabili congiuntamente alle mappe raster elaborate contengono sia i classici livelli Shape per l'uso in classici sistemi GIS che il KMZ utilizzabile per la visione diretta su Google Earth:

CastelSantangeloNeraGOOGLEEARTH

 

Il sistema di emergenza Copernicus, integrato dai dati del Catasto Italiano sta provvedendo alla realizzazione delle mappe dei danni subiti in tutti comuni interessati. Tutti possono avvelersene scaricando i dati dal sistema Copernicus per le emergenze:

http://emergency.copernicus.eu/mapping/list-of-components/EMSR190 

In allegato al presente articolo i vettoriali e il raster utilizzati per l'esempio.

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k9cwk



Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica Viva

Naviga per temi

3D agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk bacino idrico Barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici desertificazione diga digital geography dinosauri dissesto idrogeologico droni dune di sabbia energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geodesia geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geospatial GIS GNSS gps hackathon Harris hexagon ict in cantiere incendio infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO Intergraph internet of things isola ISPRA laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra penisola pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile qgis radar realta aumentata realtà virtuale regioni remote sensing reti tecnologiche riegl rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling supergis technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcani webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
UAV Expo Europe
Earsel 2017
Digital,Design and Development Fair  27-29 September, 2017   Hamburg Germany

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo