Si è ufficialmente aperta la nuova edizione di Intergeo che quest'anno si tiene ad Amburgo

Stampa

Si è ufficialmente aperta la nuova edizione di Intergeo che quest'anno si svolge ad Amburgo dall'11 al 13 ottobre. Durante la cerimonia di apertura dell'evento, il professor Hansjörg Kutturer - presidente della DVW, che ha patrocinato l'edizione 2016 di Intergeo, ha sottolineato l'importanza della digitalizzazione nel settore geospaziale e in quello delle smart city. Si è poi ritornati sui concetti centrali di Geospatial 4.0 e Building Information Modeling.

Intergeo è la principale fiera del settore geospaziale ed ogni anno viene ospitata in una città tedesca diversa. I numeri di quest'anno parlano di 30.400 m2 di spazi espositivi, 530 aziende espositrici da 33 paesi. Si prevedono circa 17.000 visitatori.

Intergeo è la principale fiera internazione del settore geospaziale e della geoinformazione. Evento itinerante, si tiene ogni anno in Germania in una città diversa.

La sessione plenaria ha visto alternarsi sul palco dell'auditorium della moderna e organizzata fiera di Amburgo il Dr. Hansjörg Kutterer, presidente di DVW, Nigel Clifford, CEO di Ordnance Survey e Ron Bisio, vice presidente della divisione Geospatial and Surveying di Trimble.

Nel sottolineare la portata e le implicazioni nella vita di tutti i giorni delle tecnologie geospaziali, Kutterer ha altresì delineato i tre temi principali di quest'edizione di Intergeo: Geospatial 4.0, nella sua accezione di 'industry 4.0', smart geodata e digital construction. I tre elementi operano in maniera complementare e integrata al fine di creare il mondo di domani, un mondo in cui le informazioni geografiche ricopriranno un ruolo sempre più importante. DVW è una società attiva nel settore tecnico-scientifico ed in particolare in quello della promozione della geoinformazione; oltre ad organizzare Intergeo, la società collabora con aziende, realtà accademiche e istituzioni nell'individuare i futuri trend del settore, promuovere la ricerca e la diffusione dei risultati.

Nigel Clifford di Ordnance Survey ha portato l'esperienza di una delle principali agenzie cartografiche del mondo. Un'esperienza che deve fare i conti, al giorno d'oggi, con uno scenario costellato da applicazioni e bisogni e diversi. Se, prima, la fortuna di un'agenzia come l'OS era data dal mero possesso dei dati, oggi la differenza è data dal tipo di accesso che si garantisce ai dati stessi. Le sfide da affrontare sono molteplici ma OS sta sapendo reagire in maniera adeguata. Oltre ad essersi attestata come agenzia effettivamente proficua per il governo britannico, OS sta oggi portando avanti una serie di progetti paralleli in diversi ambiti, al fine di identificare delle linee guida per il settore geospaziale del futuro. Questo impegno richiede un forte investimento in nuove capacità e una forma mentis orientata all'esplorazione di nuove strade. Il tutto per cercare di interpretare con anticipo quali saranno le necessità degli utenti nei prossimi anni. I progetti Geovation - una partnership tecnologica con aziende volta ad individuare le problematiche e le applicazioni di domani - e CityVerve - un'opera di digitalizzazione delle informazioni urbane nella città d Manchester che ha l'obiettivo di migliorare l'esperienza dei cittadini - convivono con le tradizionali attività di OS e rilanciano l'immagine dell'agenzia cartografica del futuro.

Ron Bisio di Trimble ha puntato l'attenzione sui diversi aspetti che fanno una città smart. Passando in carrellata le diverse esperienze dell'azienda in vari contesti urbani a livello globale, Bisio ha mostrato come la tecnologia può aiutare a risolvere piccoli grandi problemi utili alla gestione di città più o meno complesse. Si è parlato anche di Italia relativamente al censimento dell'illuminazione pubblica in quel di Padova. GEOmedia ha dedicato un articolo a questa esperienza nel numero 4-2014 della rivista. Questo tipo di applicazioni contemplano tutti concetti quali il mobile mapping, l'image analysis, il crowdsourcing e lo sfruttamento dei dati in cloud. L'automazione dei processi di acquisizione dei dati geospaziali e il BIM in funzione della pianificazione e gestione delle infrastrutture di una città intelligente sono risultati, in ogni caso, i temi caldi del momento.

Intergeo proseguirà anche durante i giorni 12 e 13 ottobre.


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche