NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Russian Spanish
Mercoledì, 05 Ottobre 2016 07:33

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha rilasciato una mappa del particolato mondiale

Redazione GEOmedia

Sulla base di un rapporto in materia di inquinamento in tutto il mondo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha messo a punto una mappa, che ha tracciato gran parte dell'Africa, Arabia Saudita, Pakistan, gli stati nord orientali dell'India, e le parti orientali e occidentali della Cina con il rosso scuro, il che significa che riporta le aree con più di 70 materie di particolato (PM) che sono più piccole di 2,5 micrometri nell’aria. Tra queste aree figura anche la Pianura Padana in Italia.

Le aree di colore rosso scuro della carta mostrano la maggiore concentrazione di particolato nell'aria. Gli inquinanti PM2.5, che provengono dalla polvere, fuliggine e fumo, possono penetrare in profondità nei polmoni e aumentare il rischio di malattie cardiache e polmonari tra cui l'asma e cancro ai polmoni.
La questione porta grande preoccupazione in quanto oltre l’80% delle persone che vivono in aree urbane, sono esposti a livelli di qualità dell'aria che superano i limiti secondo quanto riportato da un rapporto dell'OMS.

In una relazione separata, l'agenzia delle Nazioni Unite ha confermato che il 92% della popolazione mondiale vive in luoghi in cui i livelli di qualità dell'aria superano i limiti dell'OMS.

“Una azione rapida per affrontare l'inquinamento atmosferico non può venire abbastanza presto", ha detto il dottor Maria Neira, direttore dell’OMS, Dipartimento di Sanità Pubblica, Ambiente e determinanti sociali della salute. "Le soluzioni esistono con il trasporto sostenibile nelle città, gestione dei rifiuti solidi, accesso all'acqua pulita, combustibili per uso domestico, così come le energie rinnovabili e le riduzioni delle emissioni industriali".

La mappa è stata preparata in collaborazione con l'Università della U.K. di Bath, che mostra i livelli medi di particolato pericoloso nell'aria che può alloggiare nei polmoni e possono causare malattie. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha detto che in tutto il mondo, circa 3 milioni di persone muoiono ogni anno per cause legate alla esposizione all'inquinamento dell'aria esterna e che quasi il 90% di queste morti si verificano in paesi a basso e medio reddito.

L'inquinamento atmosferico è una delle principali cause di malattie e morti in tutto il mondo. Ed è un passo positivo che i paesi oggi stanno intensificando il monitoraggio della qualità dell'aria, in modo che possano intraprendere azioni per migliorarla.

vedi la mappa qui: http://maps.who.int/airpollution/

(Fonte Geospatial World)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k9yak


SINERGIS
LiVE Libri Viaggi Esperienze
TUSEXPO 2017

Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica Viva
Italdron

Naviga per temi

3D agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi asita autocad autodesk bacino idrico beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici diga digital geography dissesto idrogeologico droni energia esa esri esri italia falsi colori faro FLIR flyr flytop formazione fotogrammetria galileo geodesia geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geospatial GIS GNSS gps hackathon Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO Intergraph internet of things ISPRA laser scanner leica lidar mappe mare menci metadati meteorite meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra penisola pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile qgis Ramsar realta aumentata realtà virtuale regioni remote sensing reti tecnologiche riegl rilievo rilievo 3d rischio rndt saie sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling supergis technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia trasporti trimble true color uav urbanistica uso del suolo utility vulcani webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
GeoBusiness 2017
UAV Expo Europe
www.geoiotworld.com

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo