NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itarzh-CNenfrdejaptrues
Mercoledì, 27 Luglio 2016 09:51

Monitoraggio degli incendi boschivi: GPS o immagini satelitari?

Redazione GEOforALL
Nella lotta agli incendi boschivi, la rapida e accurata delimitazione del perimetro delle aree incendiate è fondamentale. Nelle situazioni in cui è necessario disporre immediatamente di una perimetrazione l’ausilio delle immagini satellitari Sentinel può risultare vincente come evidenziato con l’incendio del 13 luglio nel territorio del Parco dell’Alta Murgia.

Tra le poche certezze della vita rientrano di diritto gli incendi boschivi. Ritornano ogni anno.
Un'attività che i Comuni devono svolgere, in ottemperanza alla legge n. 353/2000, è la perimetrazione delle aree percorse dal fuoco e il monitoraggio della trasformazione di queste aree nel tempo.
La delimitazione del perimetro delle aree incendiate deve essere realizzata in modo rapido e accurato. L’esigenza di precisione deriva dal fatto che queste aree vengono automaticamente sottoposte a vincolo e per 15 anni non è possibile prevedere alcuna trasformazione o utilizzo (ad esempio pascolo), che possa impedire o ritardare il processo di rinaturalizzazione dell’area incendiata.
I rilievi diretti in campo sono sicuramente la soluzione ideale e garantiscono livelli di precisione altissimi. In alcuni casi, però, non è possibile applicare questo metodo in modo ottimale perché le aree sono difficilmente raggiungibili o per mancanza di personale o fondi.
Per risolvere questi problemi, un importante contributo viene dai satelliti.
Con il servizio Rheticus, che utilizza le immagini satellitari Copernicus Sentinel, è stata realizzata tempestivamente la stima accurata dell’estensione dell’incendio che ha interessato il Parco dell’Alta Murgia lo scorso 13 luglio.
Dall’analisi è emerso che l’area interessata dall’incendio è pari a 500 ettari, ben al di sopra dei 300 ettari stimati durante le fasi di spegnimento. Questa stima è stata prodotta in pochi minuti, elaborando la prima immagine disponibile dopo l’incendio, acquisita il 19 luglio.

Leggi l'articolo completo sul Blog di Planetek Italia

(Fonte:Planetek Italia)


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kxxkd



Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica 3D Conference Roma

Naviga per temi

3D agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi atmosfera autocad autodesk bacino idrico Barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici desertificazione diga digital geography dissesto idrogeologico droni emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro fiume flyr formazione fotogrammetria galileo geodesia geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geospatial ghiacciaio GIS GNSS gps hackathon Harris hexagon ict in cantiere incendio infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO Intergraph internet of things ISPRA lago laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra penisola pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile qgis radar realta aumentata realtà virtuale regioni remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt salina sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling supergis technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia trasporti trimble uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcani webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!
captcha 

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo