NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Russian Spanish
Venerdì, 27 Maggio 2016 09:51

Il modello delle previsioni meteorologiche del NOAA statunitense va ora a quattro dimensioni

Redazione GEOmedia

I nuovi potenti supercomputer del NOAA hanno aperto la strada per un altro aggiornamento del sistema americano Global Forecast (GFS), il modello primario del NOAA per la previsione meteorologica. L'aggiornamento attuale si basa segue quello che dallo scorso anno ha permesso di raddoppiare la risoluzione della griglia del modello, passando da 27 a 13 chilometri per le GFS, permettendo previsioni meteo e avvisi molto più precisi.

L’avanzamento attuale a una gestione di dati ibridi a quattro dimensioni tiene conto di come si evolvono i sistemi meteorologici su una griglia spaziale 3-D nel corso del tempo, che appunto rappresenta la quarta dimensione. Questo approccio rende migliore l’utilizzo delle osservazioni da terra utilizzate per inizializzare il modello che dà un quadro più preciso e puntuale di previsione dell’evoluzione della situazione meteorologica.

"La GFS è il fondamento per tutti i nostri modelli climatici, quindi l'aggiornamento di oggi aggiunge maggiori capacità di comprensione in tutte le aree di missione del NOAA, tra cui uragani e altri eventi meteorologici di grande impatto", ha detto Louis Uccellini, Ph.D., direttore del NOAA dei Servizi Nazionali Meteo. "Gli attuali investimenti in supercomputer più potenti, l’avanzamento della capacità di modellazione e migliori sistemi di osservazione da terra stanno creando una maggiore precisione nel processo di previsione rafforzando la resilienza degli Stati Uniti a condizioni meteorologiche estreme, all’acqua e gli eventi climatici."

Il modello GFS viene eseguito quattro volte al giorno e con ogni aggiornamento viene fuori una previsione per 16 giorni. Con le nuove GFS, il modello offre una guida di previsioni orarie per cinque giorni, invece che ogni tre ore come era prima. Le previsioni orarie aiuteranno i previsori a meglio prevedere l'insorgenza di una tempesta con i dettagli critici della sua evoluzione, che sarà particolarmente utile ai decisori e ai responsabili delle emergenze. La produzione oraria ha anche permesso di migliore l’informazione per la comunità aeronautica.

Questo aggiornamento prepara anche le GFS a fare uso di osservazioni satellitari attese da JPSS e GOES-R. Per GOES-R è previsto il lancio entro la fine dell'anno e fornirà immagini di modelli meteorologici e forti tempeste con una frequenza di 30 secondi, che contribuirà a previsioni meteorologiche più precise ed affidabili in gravi prospettive climatiche.

I modelli meteorologici e climatici del NOAA, comprese le GFS, sono gratuiti e accessibili al pubblico.

(Fonte Sensor&Systems)


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kay3c

 


SINERGIS
LiVE Libri Viaggi Esperienze
TUSEXPO 2017

Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica Viva
Italdron
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
GeoBusiness 2017
UAV Expo Europe
www.geoiotworld.com

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo