NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itarzh-CNenfrdejaptrues
Venerdì, 27 Maggio 2016 09:51

Il modello delle previsioni meteorologiche del NOAA statunitense va ora a quattro dimensioni

Redazione GEOmedia

I nuovi potenti supercomputer del NOAA hanno aperto la strada per un altro aggiornamento del sistema americano Global Forecast (GFS), il modello primario del NOAA per la previsione meteorologica. L'aggiornamento attuale si basa segue quello che dallo scorso anno ha permesso di raddoppiare la risoluzione della griglia del modello, passando da 27 a 13 chilometri per le GFS, permettendo previsioni meteo e avvisi molto più precisi.

L’avanzamento attuale a una gestione di dati ibridi a quattro dimensioni tiene conto di come si evolvono i sistemi meteorologici su una griglia spaziale 3-D nel corso del tempo, che appunto rappresenta la quarta dimensione. Questo approccio rende migliore l’utilizzo delle osservazioni da terra utilizzate per inizializzare il modello che dà un quadro più preciso e puntuale di previsione dell’evoluzione della situazione meteorologica.

"La GFS è il fondamento per tutti i nostri modelli climatici, quindi l'aggiornamento di oggi aggiunge maggiori capacità di comprensione in tutte le aree di missione del NOAA, tra cui uragani e altri eventi meteorologici di grande impatto", ha detto Louis Uccellini, Ph.D., direttore del NOAA dei Servizi Nazionali Meteo. "Gli attuali investimenti in supercomputer più potenti, l’avanzamento della capacità di modellazione e migliori sistemi di osservazione da terra stanno creando una maggiore precisione nel processo di previsione rafforzando la resilienza degli Stati Uniti a condizioni meteorologiche estreme, all’acqua e gli eventi climatici."

Il modello GFS viene eseguito quattro volte al giorno e con ogni aggiornamento viene fuori una previsione per 16 giorni. Con le nuove GFS, il modello offre una guida di previsioni orarie per cinque giorni, invece che ogni tre ore come era prima. Le previsioni orarie aiuteranno i previsori a meglio prevedere l'insorgenza di una tempesta con i dettagli critici della sua evoluzione, che sarà particolarmente utile ai decisori e ai responsabili delle emergenze. La produzione oraria ha anche permesso di migliore l’informazione per la comunità aeronautica.

Questo aggiornamento prepara anche le GFS a fare uso di osservazioni satellitari attese da JPSS e GOES-R. Per GOES-R è previsto il lancio entro la fine dell'anno e fornirà immagini di modelli meteorologici e forti tempeste con una frequenza di 30 secondi, che contribuirà a previsioni meteorologiche più precise ed affidabili in gravi prospettive climatiche.

I modelli meteorologici e climatici del NOAA, comprese le GFS, sono gratuiti e accessibili al pubblico.

(Fonte Sensor&Systems)


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kay3c

 



Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica Viva

Naviga per temi

3D agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk bacino idrico Barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici desertificazione diga digital geography dinosauri dissesto idrogeologico droni dune di sabbia energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geodesia geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geospatial GIS GNSS gps hackathon Harris hexagon ict in cantiere incendio infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO Intergraph internet of things isola ISPRA laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra penisola pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile qgis radar realta aumentata realtà virtuale regioni remote sensing reti tecnologiche riegl rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling supergis technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcani webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
UAV Expo Europe
Earsel 2017
Digital,Design and Development Fair  27-29 September, 2017   Hamburg Germany

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo