Space debris, l'italiana D-Orbit nel progetto UE TeSeR per ripulire lo spazio

Stampa
D-Orbit raggiunge un altro importante traguardo stringendo una partnership con Airbus Defence and Space per il progetto TeSeR, un importante progetto UE per ripulire lo spazio. TeSeR, acronimo di Technology for Self-Removal of Spacecraft, è un progetto guidato da Airbus Defence and Space il cui obiettivo è la minimizzazione del rischio di collisione tra veicoli spaziali e detriti orbitali.

Grazie al Grant Agreement N° 687.295, parte del programma di ricerca ed innovazione Horizion 2020 dell'Unione Europea, il programma di studio TeSeR riceverà un finanziamento UE di oltre 2,8 milioni di Euro e proseguirà fino al 2018. In aggiunta, Airbus Defence and Space investirà le proprie risorse nel progetto.

Il progetto porterà allo sviluppo di un modulo prototipale a basso costo ed altamente affidabile. Il modulo sarà in grado di garantire che i futuri veicoli spaziali, giunti al termine della propria vita utile operativa o non più funzionanti, vengano correttamente decommissionati, evitando di aggravare ulteriormente il rischio di collisione in orbita. Inoltre potrà anche funzionare come “backup” assicurando, anche in caso di perdita di controllo del veicolo spaziale, il corretto svolgimento della manovra di de-orbiting.

Sulla base della sua esperienza pluriennale nel design di sistemi di decommissioning a propulsione solida, D-Orbit progetterà il sottosistema per la rimozione controllata del veicolo spaziale.

"Siamo estremamente orgogliosi di far parte del team di TeSeR", ha dichiarato Luca Rossettini, Amministratore Delegato di D-Orbit. "Airbus ha saputo costruire un team fantastico, vincendo una call Europea molto competitiva, e mostrando grande intuizione nel prevedere che la soluzione a una problematica sociale ed ambientale come l’accumulo incontrollato di detriti spaziali possa costituire di fatto, anche un'incredibile opportunità di business".

D-Orbit

D-Orbit è una compagnia aerospaziale specializzata in soluzioni per inizio e fine vita per satelliti di tutte le dimensioni. Il prodotto di punta è D-Orbit Decommissioning Device (D3), un sistema a propulsione solida da installare sul satellite prima del lancio che permette una rimozione effettiva e sicura dall’orbira a fine missione.

Airbus Defence and Space


Airbus Defence and Space, una divisione del gruppo Airbus, è l’azienda Europea numero uno nel settore difesa e spazio, e la seconda maggiore impresa spaziale nel mondo. Le sue attività includono spazio, aerei militari e annessi sistemi e servizi.

(Fonte: D-Orbit)


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche