itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Il ghiacciaio Zachariae Isstrom

ESA - Immagine della settimana: Zachariae Isstrom (8 Maggio 2016)

L’immagine satellitare che proponiamo ai nostri lettori questa settimana è stata ripresa da Sentinel-1A su una parte della costa nord-orientale della Groenlandia e combina tre acquisizioni radar effettuate il 15 febbraio, il 10 marzo ed il 3 aprile 2016 (guardala/scaricala in alta risoluzione).

Le ombre di tonalità grigia sulla parte sinistra dell’immagine mostrano l’area continentale statica, mentre i colori visibili sulla destra indicano i cambiamenti nella tipologia di ghiaccio marino e nella copertura avvenuti tra le tre acquisizioni.

Nella parte sinistra-centrale dell’immagine possiamo osservare il ghiacciaio Zachariae Isstrom, che attualmente sta rilasciando nell’oceano circa cinque miliardi di tonnellate di ghiaccio ogni anno.

Le dinamiche del Zachariae si sono modificate nel corso degli ultimi anni, con il distacco di grandi volumi di iceberg che inevitabilmente avranno effetto sul livello del mare. Si stima che l’intero ghiacciaio Zachariae Isstrom nel nord-est della Groenlandia contenga abbastanza acqua da innalzare il livello globale degli oceani di oltre 46 cm.

Gli scienziati hanno verificato che la parte inferiore del Zachariae Isstrom si sta rapidamente erodendo a causa di un mix tra le acque oceaniche più calde e le crescenti quantità di acqua proveniente dallo scioglimento delle lastre di ghiaccio in superficie.

Il ghiacciaio Zachariae ed il suo vicino Nioghalvfjerdsfjorden - che si trova a nord del primo- sono due dei sei ghiacciai che sono monitorati in tempo quasi-reale (near-real rime) da Sentinel-1 attraverso un nuovo portale web dal 'Centre for Polar Observation and Modelling' del Regno Unito. Il portale fornisce con frequenza mappe della velocità delle variazioni di ghiaccio in ghiacciai di importanza chiave sia in Groenlandia che in Antartide.

Le regioni polari sono tra le prime a sperimentare ed a mostrare visivamente gli effetti del cambiamento climatico e vengono utilizzate come barometro per i cambiamenti previsti nel resto del mondo. Pertanto risulta di importanza decisiva che ghiaccio polare sia monitorato in maniera completa e continua.

Questa immagine è anche disponibile sull’ Earth from Space video programme.


---


Zachariae Isstrom


This image taken over part of northest Greenland’s coast combines three images from Sentinel-1A’s radar on 15 February, 10 March and 3 April 2016 (view/download it in Hi-Res).

The shades of grey on the left side of the image depict the static landmass, while the colours on the right show changes in sea-ice type and cover between the three radar scans.

Near the centre-left we can see the Zachariae Isstrom glacier, which is losing about five billion tonnes of ice a year to the ocean.

Zachariae’s dynamics have been changing over the last few years, calving high volumes of icebergs, which will inevitably affect sea levels. It is estimated that the entire Zachariae Isstrom glacier in northeast Greenland holds enough water to raise global sea levels by more than 46 cm.

Scientists have determined that the bottom of Zachariae Isstrom is being rapidly eroded by warmer ocean water mixed with growing amounts of meltwater from the ice sheet surface.

Zachariae and the nearby Nioghalvfjerdsfjorden to its north are two of six glaciers being monitored in near-real time by Sentinel-1 through a new web portal by the UK’s Centre for Polar Observation and Modelling. The portal provides frequent maps of ice velocity of key glaciers in both Greenland and Antarctica.

The polar regions are some of the first to experience and visibly demonstrate the effects of climate change, serving as barometers for change in the rest of the world. It is therefore critical that polar ice is monitored comprehensively and in a sustained manner.

This image is also featured on the Earth from Space video programme.


(Fonte: ESA - Image of the week: "Zachariae Isstrom")

 


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2
DJI
VidaLaser

Naviga per temi

infrastrutture cartografia smart mobility misurazione catasto smart city lidar servizi energia territorio dati geografici geodesia flytop Stonex trasporti gps autodesk apr GNSS asi cantiere interferometria big data open source leica geosystems agricoltura spazio monitoraggio satelitare nuvole di punti oceanografia catasto europeo geospatial digital geography autonomous vehicle trimble ricevitori scienze della terra dati codevintec arcgis uso del suolo droni drone INTERGEO geomax cosmo skymed esri italia terremoti realta aumentata Harris openstreetmap scansione 3D topografia geolocalizzazione formazione metadati remote sensing pianificazione mobilita esri hexagon modellazione 3d aerofotogrammetria intelligenza artificiale utility top internet of things tecnologie avanzate protezione civile microgeo topcon Toponomastica monitoraggio archeologia termografia webGIS mobile mapping laser scanner planetek eGEOS terremoto in cantiere osservazione della terra 3DTarget cnr qgis ambiente geofisica GTER BIM ortofoto slam geoportale copernicus osservazione dell'universo geomatica coste open data 3D open geo data mappe storytelling stazione totale dissesto idrogeologico reti tecnologiche faro realtà virtuale autocad asita FOIF rndt rischio INSPIRE sentinel esa app leica teorema smartphone rilievo 3d ict technologyforall CAD sicurezza galileo sensore urbanistica progettazione rilievo ISPRA sar mare sinergis telespazio ingv fotogrammetria Epsilon Italia terra e spazio beni culturali uav Bentley gestione emergenze telerilevamento GIS terrelogiche posizionamento satellitare tecnologia satelliti meteorologia geologia
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy