Drone2Map per ArcGIS di Esri in prova gratuita per inserire rapidamente le immagini da APR nei GIS

Stampa

Esri ha rilasciato una versione beta della sua nuova applicazione, Drone2Map per ArcGIS. L'applicazione converte immagini acquisite da droni in prodotti ortorettificati pronti all'inserimento nei GIS. Drone2Map converte le immagini aeree in ortomosaici, modelli digitali della superficie (DSM), nuvole di punti 3D e mesh. Secondo Esri, "l'applicazione rileva i parametri della telecamera e dei sensori e poi applica in modo intelligente le impostazioni predefinite appropriate".


L'applicazione può essere utilizzata anche nel campo dell'elaborazione rapida di immagini in modo che gli utenti possano verificare il valore delle immagini catturate ed essere certi di aver acquisito in maniera appropriata tutti i dati onde evitare inutili ritorni in campo. Drone2Map è alimentato da un tool fotogrammetrico prodotto dalla Pix4D Svizzera.

Il rilascio della versione beta della app è stata annunciata da Jack Dangermond alla Conferenza Esri di alcuni giorni fa a Washington, DC, "i droni sono una tecnologia emergente con il potenziale per rivoluzionare il modo in cui si lavora in molti settori. Abbiamo costruito Drone2Map per ArcGIS per dare alla gente la capacità di elaborare, utilizzare e condividere le immagini all'interno di ArcGIS".

Drone2Map è disponibile a questo indirizzo:

http://www.esri.com/products/drone2map#beta

 

Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche