itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Incidenti stradali e decessi in Portland 2004-2013.

Città intelligenti più sicure grazie al GIS

L'uso del GIS nel campo della giustizia penale non è affatto una novità. Sono molti anni che in parecchi uffici di polizia nelle principali città del mondo si usa la mappatura della criminalità per visualizzare dove si verificano avvenimenti criminali di rilievo. Queste informazioni hanno notevolmente modificato le modalità di analisi e comprensione del crimine. Una città esemplare per l'uso del GIS per la giustizia penale che ha avuto tanto successo è Portland negli Stati Uniti (Oregon). Negli ultimi decenni, la città ha lavorato molto per rivoluzionare l'analisi del crimine e ridurre i tassi di criminalità attraverso le informazioni geospaziali.

La motivazione del fatto che Portland è stata in grado di utilizzare in modo così efficace i GIS è la sua dedizione alla raccolta con precisione dei dati sui reati e incidenti di tutti i tipi cercando modi per affrontarli. Al fine di ottenere una maggiore accuratezza sugli incidenti stradali e autostradali, per esempio, il Dipartimento di Polizia di Portland ha lavorato per raccogliere le coordinate GPS dei mileposts (simili alle nostre pietre miliari) in un progetto della Information Technology Division della Divisione Traffico. Si è convenuto che ai fini del progetto, i mileposts (al mezzo miglio), le rampe di accesso e di uscita, i cavalcavia e i sottopassi sarebbero diventati i punti di riferimento. Questi punti di riferimento sono stati trasformati in uno strato GIS per scopi di mappatura e utilizzando una videocamera da automobile, ogni punto di riferimento è stato registrato per essere utilizzato come riferimento futuro.
Metodi di analisi spaziale sono stati utilizzati per far combaciare ogni punto di riferimento, più di 1.100 in tutto, ad una posizione spaziale (coordinate x, y), nonché di assegnare ciascuno punto a una griglia, quartiere, distretto, città, agenzia e contea.

In un articolo apparso su ArcNews online le funzionalità del GIS di Portland sono state citate dal capo della Polizia: "essere in grado di guardare i dati di criminalità per posizione è sempre stata una capacità importante per il nostro reparto. L’individuazione dei dati di criminalità che si verificano su una superstrada non sarebbe stato possibile in precedenza. Questo problema è stato risolto grazie agli sforzi straordinari del nostro team GIS. La PPDS [Portland Data System della Polizia] può ora supportare e identificare posizioni di criminalità sulle nostre autostrade e strade di quartiere con riferimento alla griglia”.

Questo progetto ha aiutato la polizia a capire dove si verificano la maggior parte degli incidenti e valutare se le unità devono essere distribuite o concentrate in certi luoghi. Con i notevoli tagli di bilancio delle forze di polizia, questo ha contribuito molto. Inoltre, la raccolta dei dati sugli incidenti e la mappatura sul traffico ha contribuito a fornire un argomento più sostanziale agli urbanisti per apportare le modifiche necessarie alle strutture delle città.

Anche se la criminalità è calata notevolmente a Portland negli ultimi decenni, come anche in molte altre città negli Stati Uniti, molti cittadini temono che i crimini violenti sono invece aumentati nei loro quartieri. Per iniziare ad affrontare questo problema, l'Ufficio di Polizia di Portland ha collaborato con gli studenti delle materie di giustizia penale della Portland State University. L'obiettivo è stato quello di produrre mappe interattive per il grande pubblico.

Si spera che fornire ai cittadini dati sui crimini reali raccolti negli ultimi 50 o più anni attraverso lo strumento delle mappe aiuterà ad abbattere i timori associati alla facilità di alti tassi di criminalità e iniziare ad abbattere gli stereotipi associati. Il portale Web denominato CrimeMapper è visibile al link: http://www.portlandmaps.com/maps/police/. Questo webgis fornisce un mezzo ai cittadini per capire meglio dove i crimini accadono e quando hanno più probabilità di verificarsi. Il database è mantenuto e aggiornato annualmente dagli studenti.

Le questioni pregiudiziali all'interno della giustizia penale sono diventati temi caldi negli Stati Uniti negli ultimi mesi. Anche se non può risolvere ogni problema, l'uso del GIS è comunque un grande passo verso una maggiore trasparenza. Il sistema oggi fornisce dati concreti per posizionare e quantificare le pattuglie in varie zone ed è stato collegato a una migliore organizzazione, portando ad una diminuzione globale della criminalità.

In ultimo il fatto di rilasciare insiemi di dati reali attraverso un portale pubblico di questo genere fornisce i mezzi per una maggiore comprensione di come la polizia sta utilizzando i dati che ha. Non trascurando poi l’invito alle altre organizzazioni di trarre conclusioni dai dati, in modo che possano funzionare anche per risolvere la giustizia sociale e le questioni di sicurezza in tutte le sezioni della città identificate come hotspot. I reparti come quelli di Portland stanno sfruttando veramente il potere dei GIS per risolvere i problemi del mondo reale.

(Fonte ArcNews, Directions Magazine)

 

Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/khpc4

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2
DJI
VidaLaser

Naviga per temi

pianificazione termografia apr geomatica asita INTERGEO autocad teorema geodesia autodesk esa beni culturali 3D FOIF terrelogiche dati catasto europeo ricevitori realtà virtuale satelliti sicurezza esri italia sinergis droni microgeo monitoraggio satelitare Epsilon Italia big data top terremoti BIM tecnologia drone posizionamento satellitare in cantiere topografia flytop webGIS rndt archeologia esri rilievo ict planetek sar nuvole di punti modellazione 3d ISPRA progettazione geospatial stazione totale openstreetmap open source oceanografia misurazione metadati osservazione della terra cartografia technologyforall tecnologie avanzate internet of things codevintec ingv hexagon geoportale scienze della terra telerilevamento ortofoto rilievo 3d mobile mapping meteorologia intelligenza artificiale digital geography coste fotogrammetria geolocalizzazione agricoltura GIS smart mobility sensore mare remote sensing cnr 3DTarget cantiere uso del suolo leica geosystems galileo arcgis topcon sentinel infrastrutture monitoraggio territorio laser scanner spazio qgis open geo data dissesto idrogeologico Stonex trasporti gps interferometria smartphone dati geografici formazione CAD copernicus app osservazione dell'universo INSPIRE energia urbanistica GTER top world terra e spazio faro mobilita terremoto protezione civile geomax aerofotogrammetria eGEOS gestione emergenze geofisica utility servizi leica telespazio reti tecnologiche lidar scansione 3D realta aumentata GNSS geologia Bentley storytelling Harris trimble cosmo skymed rischio Toponomastica asi mappe smart city catasto open data uav autonomous vehicle ambiente
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy