itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target

Tecnologie professionali in azione alla 2° Conferenza Utenti Laser Scanner Leica Geosystem.

Si è svolta con successo lo scorso 19 Novembre a Roma, presso lo Sheraton Golf situato al Parco dei Medici, la 2° Conferenza per gli utenti Laser Scanner Leica Geosystems. 

Questa seconda Conferenza, realizzata anche a seguito del successo della prima tenutasi lo scorso anno, ha portato una forte testimonianza delle molteplici tecniche e strumentazioni di maggior rilievo utilizzate sul campo dai tecnici e dai professionisti del settore negli ultimi periodi. I tecnici specialistici delle aziende Intergraph, Hexagon Metrology, One Team, Viin e Scan&Go sono stati a disposizione degli iscritti alla conferenza per una intera giornata portando i loro contributi nei temi che hanno dato vita all’evento organizzato in 4 sessioni principali:

- Mobile Mapping, - Ingegneria e Topografia, - Architettura BIM e Patrimonio, - Impianti Industriali

 

Un ospite speciale all’apertura dell’evento

La sessione iniziale di benvenuto ai partecipanti ha visto oltre a Sergio Padovani(amministratore delegato di Leica Geosystem) e Simone Oppici(Responsabile della divisione HDS) che hanno moderato l’evento, la presenza dell’ospite speciale Paul Burrows, EMEA Business Manager della divisione HDS, che si occupa degli interessi commerciali dell'azienda Leica Geosystem a livello internazionale. Paul Burrows è un grande fan del Social Networking e in particolare di Twitter, divenire un un suo follower sul social può sicuramente essere propedeutico per chi lavora nel settore. Si sono succeduti poi 17 interventi da parte degli utenti Leica e delle aziende.


Le innovazioni tecnologiche presentate

Le innovazioni tecnologiche divulgate durante la prima parte dell’evento sono state illustrate con una serie di interventi: il primo intervento è stato focalizzato su un uso non convenzionale del sistema Pegasus presentato da Stefano Settimo, dell'azienda Geogrà che ha mostrato una presentazione di un lavoro di rilievo mobile ad appoggio della topografia classica. Oltre al rilievo topografico l'oggetto dell'attività richiesta dalla committenza riguardava la restituzione topografica di sezioni trasversali e profili longitudinali di un tratto di fiume con l'estesa di circa 8,6 km. Il rilievo ha interessato circa 24 km di percorso acquisendo circa 107 milioni di punti impiegando circa un'ora (esclusi i tempi di preparazione del rilievo). Sin dal primo sopralluogo sono emerse numerose difficoltà che hanno dato però la possibilità di testare il sistema mobile Pegasus in un ambito differente da quello per cui è stato concepito.

Tra i 17 interventi ne citiamo alcuni: Luca Ercolin, Presidente della Zenith Ingegneria, ha mostrato un rilievo effettuato con laser scanner in ambito aeroportuale. I successivi interventi hanno visto poi Silvio Del Pizzo di Prisma con una presentazione su: "Data-Fusion in ambiente costiero e portuale" e un rilievo presentato da Dario Angelini dello Studio Angelini dal titolo "Il rilievo laser scanner tra topografia e architettura", che ha chiuso con sucesso la sessione Ingegneria e Topografia. Giancarlo Forti, topografo di Torino, ha presentato un lavoro effettuato al nodo ferroviario di Torino. Il rilievo è stato effettuato su di una galleria nella parte sottostante al cavalcavia situato lungo la direttrice di corso Grosseto. Un rilievo eseguito con laser scanner Leica P20, trattato poi, per ottenere un video che mostra tutta la zona interessata.

Altri interventi di rilievo sono stati quelli di Federico Dalle Pezze, Geometra di Verona, che ha mostrato una documentazione di un lavoro effettuato su di un percorso che passa attraverso il Monte Pasubio, con una parte consistente in galleria. Il geometra con la sua squadra è riuscito a percorrere 700 m dei 7 km, trasportando a piedi il laser scanner. Oltre all'ultimo menzionato poniamo in rilievo, sicuramente tra i più importanti, quello di Valentina Albano (Arch. di Leica Geosystems) che ha mostrato le nuove funzioni del Cyclone 9.1 e i suoi software associati quali: Jetstream e Truview Global.

Leica JetStream è una piattaforma per l'integrazione dei dati delle nuvole di punti nei flussi di lavoro dei sistemi CAD. JetStream Generator converte il dato nuvola di punti di Cyclone 9.1 in un nuovo formato che ne migliora le sue caratteristiche di rendering e lo connettere al JetStream ProjectVault per l’archiviazione. Gli utenti implementano il ProjectVault in un server centralizzato all'interno della loro rete, in modo da offrire una vera funzionalità Client/Server. Con questa funzione si può condividere un unico progetto e modificarlo in streaming da qualsiasi dispositivo mantenendo tutte le funzionalità del sistema. La possibilità di consultare da un server Cloud milioni di punti di un modello laser scanner con la velocità di uno streaming è quanto oggi è richiesto per poter iniziare a realizzare veri e propri archivi di modelli 3D consultabili con efficacia nel momento del bisogno.

La sessione Architettura, BIM e Patrimonio ha visto tra i lavori più importanti quello di Leo Chiechi della Digitarca in collaborazione con SIT, con un rilievo laser scanner delle strutture ipogee delle catacombe di S. Paolo a Malta e del Cisternone Romano di Formia ottenendone modelli 3D.

L'ultima presentazione che citiamo è quella relativa alla Chiesa degli Eremitani a Padova con una applicazione di Scan to Bim. L'intervento che aveva come scopo quello di divulgare le metodologie per l'acquisizione, l'elaborazione e la comunicazione di dati relativi ai beni culturali e per il progetto architettonico e tecnologico di interventi atti alla loro conservazione e al miglioramento della fruizione turistico-culturale, ha curato in particolare modo il passaggio dal mondo topografico a quello del BIM.

A conclusione dell'evento sono stati svelati alcuni nuovi utili gadget che l'azienda Leica immetterà presto nel mercato. Maggiori informazioni riguardo all'evento si potranno ottenere dall'articolo cartaceo in via di sviluppo. In allegato  è possibile scaricare il programma completo dell'evento.

 

Fonte: (Redazione GEOmedia in collaborazione con Leica Geosystems)


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/khpap

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2

Naviga per temi

top lidar interferometria geomatica BIM terra e spazio terremoti oceanografia esa metadati ingv codevintec scansione 3D protezione civile asita formazione mobilita termografia trimble galileo rndt geofisica numerazione civica 3D esri big data catasto meteorologia servizi stazione totale pianificazione sensore geoportale openstreetmap topcon ortofoto smartphone copernicus monitoraggio open geo data aerofotogrammetria ict teorema progettazione osservazione dell'universo autonomous vehicle autocad terrelogiche CAD Harris spazio coste nuvole di punti urbanistica open data geolocalizzazione sentinel ISPRA uso del suolo smart mobility osservazione della terra INTERGEO reti tecnologiche in cantiere laser scanner app gestione emergenze microgeo INSPIRE cantiere storytelling scienze della terra topografia hexagon sinergis misurazione 3DTarget FOIF dati archeologia infrastrutture mare remote sensing tecnologie avanzate dati geografici cartografia top world modellazione 3d Toponomastica droni agricoltura tecnologia asi realtà virtuale planetek sicurezza arcgis esri italia ambiente energia terremoto apr utility GIS monitoraggio satelitare mobile mapping open source internet of things geomax leica sar trasporti beni culturali fotogrammetria drone mappe telerilevamento gps rilievo qgis Bentley territorio GNSS smart city leica geosystems catasto europeo rischio Stonex eGEOS rilievo 3d dissesto idrogeologico ricevitori realta aumentata geologia cosmo skymed satelliti geospatial posizionamento satellitare technologyforall webGIS uav Here intelligenza artificiale faro GTER autodesk flytop digital geography cnr geodesia
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy