NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itzh-CNenfrdeptrues
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Università Siena Geotecnologie
3D Target
Martedì, 07 Luglio 2015 16:16

DataBase GeoTopografici: un salto in Toscana

Giovanni Biallo
Toscana Open Data Toscana Open Data
Scendiamo un po’ verso il centro e fermiamoci in Toscana. Regione nota per essere stata fra le prime a produrre dati topografici in formato numerico. Vanta una antica tradizione cartografica, ed ospita a Firenze l’Istituto Geografico Militare, la più nota istituzione nazionale nel campo della cartografia e della geodesia. La Regione è stata terreno fertile per lo sviluppo di conoscenze nel settore, ben espresse da esperti ed aziende specializzate. Partiamo con la nostra analisi la cui metodologia è raccontata nell’articolo della scorsa settimana, nel quale, tra l’altro, si è analizzata la Regione Piemonte.
VidaLaser
Aeronike

Sul sito degli open data della regione Toscana (www.dati.toscana.it) ho cercato “DBT”.
Al primo colpo trovo il DataBase Topografico regionale in scala 1:2.000, ed il DataBase Topografico regionale in scala 1:10.000 delle Province di Livorno, Pisa, Pistoia, Prato e Siena. Cinque su dieci province coperte. Già mi piace meno.
Cerco informazioni maggiori ma sul sito non le trovo. So soltanto che sono in formato shape. Scarico una provincia e trovo nel file compresso dei file PDF descrittivi, oltre ai dati in formato shape. Scopro che i dati sono in Gauss-Boaga Fuso Ovest. Trovo i link alle specifiche tecniche regionali ma non vedo riferimenti alle specifiche nazionali. Ad occhio e croce le specifiche sono quelle IntesaGIS del 2006, forse anche rielaborate, sicuramente non quelle del DM 10.11.2011.

Se non ricordo male, dal 2006 al 2013 la Regione Toscana ha speso circa 5.000.000 di Euro per riorganizzare, trasformare la cartografia numerica 1:2.000 e 1:10.000, generare da questa un DataBase GeoTopografico multiscala secondo gli standard delle specifiche IntesaGIS. Il DBGT è stato anche aggiornato e metadatato.
Ma dopo questa grande operazione di conversione è avvenuto un fatto a dir poco strano: nell’estate 2014 la Regione pubblica un nuovo bando con base d’asta di 4.500.000 Euro che ha per oggetto il rifacimento della cartografia numerica in scala 1:2.000. Si, avete capito bene: Getta via il DBGT e rifà la cartografia numerica vecchio stile. Come la vedete voi? Io vedo un’azione in totale antitesi con il DM 10.11.2011 e con quanto già prodotto dalla regione, e non aggiungo altro. Forse in Regione non si sono resi conto del danno che un’azione del genere comporterà.

Quindi ci si presentano due problemi: perché la Regione pubblica in open solo 5 delle 10 province? Perché la Regione dopo aver convertito la cartografia numerica in DBT, torna al passato, commissionando nuovamente cartografia numerica? Con questi due problemi che mi frullano nel cervello, vado avanti nell’analisi.

Continuo la ricerca sul sito www.dati.toscona.it per parole chiave:
DBGT(0 risultati),
database (DataBase Topografico Regionale in scala 1:2.000 e 1:10.000 – già visto),
geotopografic (0 risultati),
topografic (0 risultati),
carta tecnica (risultati: CTR 1:2.000 e 1:10.000),
CTR (risultati: CTR 1:2.000 e 1:10.000).

La Carta Tecnica Regionale 1:10.000 (ed anche 1:2.000 per le località abitate) è scaricabile in vettoriale ed in raster con licenza CC-BY. Ma questa è la storica cartografia numerica regionale, non è il DBGT.
Sempre alla ricerca del DBGT, sono andato sul geoportale della regione denominato Geoscopio. Ho provato vari servizi di consultazione. In quello delle ortofoto ho trovato, fra gli strati proposti, il DBT multiscala. Ho quindi acceso questo strato e spento tutto il resto, ed ho ingrandito l’area della città di Firenze fino a quando mi sono comparsi dei segni che potrebbero essere oggetti e temi del DBT. Quindi, se non mi sono sbagliato, è possibile consultare il DBT di tutta la regione mentre è consentito scaricare solo 5 province su 10. Non manco quindi di stupirmi. E’ invece scaricabile per intero la vecchia CTR 1:2.000 (solo località abitate) e 1:10.000 (tutto il territorio).

In sintesi le prime due Regioni non hanno certo brillato, anzi. Il Piemonte, secondo quanto è disponibile sui siti, si è dimenticato del DBGT. La Toscana combattuta fra presente e passato ne pubblica una parte e pensa ad altro per il futuro. Le prospettive non sono certo promettenti.
La prossima settimana tocca al sud. Vediamo come reagisce!


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k9x9q


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago laser scanner leica lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS
Geospatial World Forum 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo