itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

A volte ritornano e Loran è di nuovo tra noi

Il segnale a bassa frequenza è emesso da una singola stazione, una ex Unità Loran a Wildwood, NJ, della US Coast Guard, che sfoggia un’antenna alta 625 piedi che è stata inattiva per cinque anni. Il segnale è ricevibile a distanze fino a 1.000 miglia.
 
L'impianto ha cominciato a generare impulsi eLoran con la semplice pressione di un pulsante di comando per la cerimonia di partenza di una manifestazione di durata 12 mesi con programma di ricerca sotto l'egida del Dipartimento della Homeland Security statunitense.
 
Alcune brevi osservazioni esposte durante questa accensione hanno messo a luce i seguenti punti chiave:
 
- i servizi GPS sono la chiave per la sicurezza nazionale, ma sono vulnerabili a interruzioni.
- il segnale di navigazione eLoran ha caratteristiche complementari rendendo difficile le interruzioni; 
- il segnale eLoran potrebbe costituire una parte importante nel consentire agli UAV di volare in sicurezza nel nostro spazio aereo.
 
Le due società di ingegneria, UrsaNav, fornitore di tecnologia eLoran, e Harris (che ha recentemente acquisito Exelis), stanno fornendo finanziamenti e tecnologie per le prove sostenute dal CRADA, organismo costituito dalla US Coast Guard, dal Dipartimento della Difesa, e dal Dipartimento della  Homeland Security e altre agenzie federali sotto un accordo di ricerca e sviluppo cooperativo annunciato in maggio.
 
Il team valuterà le capacità di eLoran come sistema potenziale complementare al GPS, esplorando le capacità e i metodi di eLoran in profondità per individuare tutti i punti di forza, le capacità e le potenziali vulnerabilità della tecnologia. Uno degli obiettivi del CRADA è quello di ridurre le dimensioni, il peso, il costo, le esigenze di alimentazione e altri aspetti del eLoran, in modalità simili all’evoluzione già vista per il GPS.
 
"Si tratta di una fenice in arrivo. Abbiamo l'opportunità di aggiungere nel 2015 la tecnologia per una vecchia idea ", ha detto Schue di UrsaNav, «Un marinaio prudente ha sempre due sistemi per navigare."
 
Si è affermato inoltre che eLoran può raggiungere la precisione di posizionamento di sei metri o superiore.
 
Saranno esplorati molti altri posti dove eLoran può essere distribuito, come i posti dove il GPS non è disponibile, i canyon profondi, negli edifici, sotto le foglie e sotto l'acqua. Saranno coinvolti droni aerei senza equipaggio, e eLoran potrebbe rivelarsi fondamentale sia in applicazioni per usi civili che militari.
 
eLoran in Europa
 
Le cose si sono spostate un pò più avanti, in Europa, ove la sperimentazione del nuovo eLoran è iniziata nel 2013, nel Regno Unito e in Irlanda dove il prototipo eLoran ha ora una capacità operativa e offre dati PNT a livello di 10 metri, da una rete di alta potenza e a bassa frequenza, di trasmettitori terrestri.
 
Fonte: (GPS world)
 
 

Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/khpxf

 

Vedi anche

Trimble Italia
Trimble Italia
Getac palmari e pc fully ragged blindati
ProfiloColore
AeroVision

Naviga per temi

servizi Harris laser scanner geomax topografia Epsilon Italia sicurezza oceanografia big data geomatica interferometria metadati tecnologie avanzate sinergis topcon energia codevintec mare urbanistica qgis termografia openstreetmap asita esri osservazione della terra cartografia leica top open data FOIF posizionamento satellitare uav geofisica terrelogiche CAD SIFET uso del suolo monitoraggio trimble territorio eGEOS geodesia terra e spazio sensore digital geography microgeo apr INSPIRE misurazione esri italia progettazione rilievo 3d aerofotogrammetria OGC nuvole di punti scansione 3D smart mobility hexagon terremoti archeologia ortofoto rndt GIS geologia stazione totale gps coste sentinel Bentley cnr GTER faro cosmo skymed meteorologia esa autodesk teorema infrastrutture arcgis monitoraggio satelitare protezione civile remote sensing osservazione dell'universo reti tecnologiche infrastrutture innovative trasporti rilievo top world INTERGEO storytelling copernicus fotogrammetria beni culturali BIM leica geosystems app dissesto idrogeologico dati geografici technologyforall autonomous vehicle Stonex in cantiere agricoltura flytop modellazione 3d Toponomastica GNSS cantiere mobilita planetek mobile mapping smart city geolocalizzazione ict ingv telerilevamento tecnologia realtà virtuale scienze della terra geoportale geospatial ambiente pianificazione open geo data internet of things droni utility mappe terremoto spazio sar autocad lidar dati open source satelliti ricevitori smartphone Here ISPRA galileo webGIS realta aumentata 3D intelligenza artificiale catasto europeo asi formazione catasto rischio
VidaLaser

Il video del mese

Planetek ImageryPack
GeoBusiness 2020

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps