NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itzh-CNenfrdeptrues
Università Siena Geotecnologie
3D Target
Martedì, 23 Giugno 2015 13:59

Progesoft presenta GISMaker, il software GIS e CAD a basso costo

Redazione GEOforALL

Urbanisti, Architetti, Geometri, Agronomi, Ingegneri, Geologi, Periti Edili, lavorano spesso su progetti incentrati sulla rappresentazione e la gestione del territorio con dati di natura diversa: disegni CAD, dati raster (ortofoto digitali o immagini da satellite) e layer GIS. Una valida soluzione per gestire tutti questi dati con un unico software è GISMaker, programma per l'elaborazione e la manipolazione di dati geometrici georeferenziati.

VidaLaser
Aeronike

GISMaker è un CAD GIS alternativo ad applicazioni come ArcMap, GeoMedia, MapInfo, AutoCAD Map ed è compatibile con tutti gli applicativi GIS presenti sul mercato internazionale.

1 interfaccia low

Figura 1 Interfaccia GISMaker

GISMaker si rivolge anche a tutti gli operatori che attraverso l’elaborazione di dati cartografici producono analisi e strumenti nell’ambito comunale, provinciale, all’interno di comunità montane, consorzi di bonifica ed aziende municipalizzate. L’utente può accedere facilmente ai dati GIS e CAD per la pianificazione, la progettazione e la gestione di tutti gli elementi grafici e di testo. GISMaker può essere installato su tutte le versioni di Windows, da XP, sp3 a 8.1 ed è completamente conforme agli standard internazionali nella gestione e trasmissione di dati geografici.

La peculiarità di questo software innovativo è la combinazione dei benefici tipici del CAD con quelli dei GIS, in un CAD 2D che include funzionalità specifiche per l’editing cartografico. La componente CAD prevede l’importazione ed esportazione nei formati DXF/DWG e l’importazione dei file in formato CXF, il formato originario della mappe catastali italiane. La componente GIS consente sia l’importazione che l’esportazione nei seguenti formati: Shapefile, GML, MapInfo, GPX, KML, Geodb Esri, Geodb Geomedia, WFS ecc …

Il programma presenta un’interfaccia standard già conosciuta dagli utenti abituati a lavorare con applicazioni GIS o CAD. GISMaker consente di:

  • Trasformare facilmente un disegno CAD in progetto GIS e viceversa. Guarda il video
  • Importare direttamente i disegni nei formati DWG/DXF
  • Rispettare gli standard internazionali per l'import/export dei dati: shapefile, gml, kml, geomedia, geo+db, esri. Guarda video
  • Importare e gestire direttamente i dati cartografici catastali (mappe CXF) forniti dal Dipartimento del Territorio
  • Copiare elementi da progetti CAD ed incollarli sui layer GIS
  • Gestire simultaneamente più mappe sovrapposte CAD-GIS-RASTER
  • Utilizzare funzioni specifiche per gestire in modo semplice ed intuitivo la creazione di maschere dati. Guarda il video
  • Generare carte tematiche con possibilità di filtrare i dati da rappresentare mediante query con la creazione delle relative legende. Guarda il video
  • Eseguire l’analisi spaziale mediante funzioni di geoquery sugli attributi alfanumerici e sulle caratteristiche geometriche dei layer GIS. Guarda il video
  • Eseguire l'analisi spaziale mediante funzioni di geoprocessing tra layer GIS con generazione di nuovo layer prodotto dell'elaborazione. Le funzioni disponibili sono: taglio, intersezione, sottrazione, buffer.
  • Disporre di librerie di simboli: oltre 500 stili di riempimento per gli elementi areali, oltre 1500 tipi di linea per gli elementi lineari e più di 4000 simboli per gli elementi puntuali. Guarda il video
  • Gestire le funzioni per la produzione dei layout di stampa. Guarda il video


Per conoscere tutte le particolarità del programma, cliccare qui.
Tra le tante funzionalità che caratterizzano GISMaker ce ne sono alcune che incuriosiscono particolarmente l’utente che lavora a progetti in cui sono presenti sia dati CAD che GIS, qui di seguito è disponibile un breve approfondimento:

MAPPATURA: Mappare un territorio significa raccogliere i dati territoriali per monitorare l’evoluzione urbanistica resa disponibile attraverso servizi cartografici GIS. GISMaker è particolarmente efficace per mappare: i punti luce, la toponomastica, il verde pubblico, le reti tecnologiche, la numerazione civica in quanto può operare in un unico ambiente con dati CAD con la possibilità di editing avanzato, trasformazione dei dati CAD in fetaures G.I.S. e modifica della struttura delle tabelle dati mediante lo strumento di gestione db.

2 mappatura low

Figura 2 Mappatura

IMPORT/EXPORT DATI: il programma è in grado di importare ed esportare shapefile, DWG e di trasformare facilmente disegni CAD in layer GIS.. Nel caso di dati in formato DXF/DWG, la fase di esportazione mantiene le vestizioni generate nel GIS e suddivide gli oggetti in layer con nome uguale alle classi della legenda-GIS. Gli altri formati importati ed esportati sono: i CXF relativi alle mappe catastali, i file GML, MapInfo, GPX, Esri geodatabase, geomedia, postgis, KML (formato di Google Earth, si esporta sia la parte geometrica che gli attributi associati), dati GIS su geodb. GISMaker è lo strumento più semplice per passare da CAD a GIS e viceversa, nello specifico i passaggi possibili possono essere due:

  • DA CAD A GIS: trasformazione di un file CAD in layer GIS
  • DA GIS A CAD: trasformazione di un layer GIS classificato in file CAD che mantenga l'aspetto della classificazione GIS

3 CAD GIS low

Figura 3 CAD e GIS

TRASFORMAZIONE DI COORDINATE: È noto che i programmi GIS siano in grado di gestire contemporaneamente dati provenienti da diversi sistemi di proiezione e riferimento e di effettuare conversioni fra i vari sistemi. La trasformazione di coordinate di GISMaker consente la conversione dei layer GIS e CAD tra i diversi sistemi di proiezione geografica. Questa funzionalità è articolata nella:

  • Conversione dei dati CAD e dei layer GIS tra diversi sistemi di proiezione geografica, anche catastali italiani
  • Possibilità di definire un nuovo sistema di proiezione tramite i parametri del “datum”
  • Possibilità di definire in fase di conversione, se gli attributi alfanumerici (record di database) saranno associati al layer GIS rispettivamente di partenza o di arrivo

Non va dimenticato che per effettuare una trasformazione di coordinate è importante conoscere i parametri che definiscono un’origine catastale. La cartografia catastale è policentrica, cioè presenta numerose origini per il territorio Italiano e questo pone il problema di conoscere esattamente a quale origine appartiene il territorio sul quale si opera e i parametri, latitudine e longitudine, dell’origine catastale interessata. Se mancano questi parametri non sarà possibile eseguire correttamente la trasformazione di coordinate. Ci sono degli appositi portali dove reperire esattamente l’origine catastale al quale il comune interessato afferisce.

4 Trasf coordinate low

Figura 4 Trasformazione di coordinate

STAMPE
GISMaker disponde di un tool avanzato di facile utilizzo mediante wizard per la gestione delle stampe. E’ possibile combinare a piacere disegni cad, feature class, dati raster, legende e tabelle dati. Permette di inserire nel layout di stampa più viste delle stesso progetto con scale e rappresentazioni diverse. E’ possibile definire in modo interattivo l’area di stampa e genera automaticamente sul documento di stampa le legende attive. Permette l’editing del documento di stampa mediante funzioni C.A.D avanzate e dà la possibilità di memorizzare il layout generato come modello per nuove stampe.

5 Stampe low

Figura 5 Stampe

ANALISI DEI DATI

GISMaker permette la generazione di carte tematiche con possibilità di filtrare i dati da rappresentare mediante query con relative legende selezionando le modalità di rappresentazione tra:
Layer GIS con selezione del modello di visualizzazione normale o a simboli
Categorie con selezione del modello di visualizzazione che può essere a valori unici su più campi o a simboli
Quantità con selezione del modello di rappresentazione che può essere o a gradazione di colore oppure a simboli graduati o proporzionali
Altra tipologia di analisi prevista da GISMaker è l’analisi spaziale mediante funzioni di:

  • GEOQUERY sugli attributi alfanumerici o sulle caratteristiche geometriche dei layer GIS.
  • GEOPROCESSING tra layer GIS con generazione di un nuovo layer prodotto dall’elaborazione. Le funzioni disponibili sono: taglio, intersezione, sottrazione, buffer.

6 Analisi Dati low

Figura 5 Analisi dei dati

GISMaker è un software disponibile in formula Try&Buy: può essere provato, senza alcuna limitazione, prima di essere acquistato. La versione di prova gratuita valida per 30 giorni è scaricabile cliccando qui. Per ulteriori informazioni visitare il sito www.progesoft.com e il canale ufficiale YouTube dove sono presenti numerosi video e tutorial che guidano l’utente nella conoscenza del prodotto.

(Fonte: Progesoft)

Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k3uxu

 


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste cratere dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo