Lombardia, un territorio da assaporare: il portale della regione per Expo 2015

Stampa

Dai primi di maggio è in rete l’applicativo multimediale “Lombardia, un territorio da assaporare”, che raccoglie al suo interno il vastissimo patrimonio di dati, attuali e storici, dell’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste della Lombardia. Il portale multimediale è stato realizzato da R3 GIS con tecnologia Open Source per Expo 2015.


L’applicativo, realizzato da R3 GIS su piattaforma open source, invita l’utente a viaggiare in questa ingente mole di dati attraverso immagini, filmati, mappe tematiche e itinerari del gusto, saltando da un tema all’altro attraverso i link che collegano i diversi argomenti. Il portale (www.territoriovirtuale.regione.lombardia.it) è fruibile in 5 lingue diverse anche tramite totem multimediali predisposti per tutto il periodo di EXPO2015 in alcuni punti strategici di Milano.
Il team editoriale messo insieme da R3 GIS e coordinato dal prof. Franco Guzzetti del Dipartimento di Scienza e Tecnologia dell’Ambiente Costruito del Politecnico di Milano ha realizzato il concept dell’applicativo, suddividendo il materiale in 4 macroaree: i Prodotti, il Territorio, le Storie e i Percorsi.
La parte dei Prodotti raccoglie le eccellenze del cibo e dei vini lombardi tramite semplici schede corredate da gustose ricette o curiosità. Le Storie raccontano attraverso interviste video la vita giornaliera dei protagonisti della vita agricola lombarda. Si trovano in questa sezione i racconti di una giornata tipica di un casearo, contadino o viticoltore, i pregi e difetti di una vita passata sulle malghe e i metodi di produzione di diversi famosi prodotti DOP lombardi. Nella sezione dei Percorsi si viene invece invitati a scoprire diversi angoli del territorio regionale, ognuno con la propria cultura e suoi prodotti tipici. La parte principale dell’applicativo è invece composta dalla sezione territorio. Qui si possono esplorare diverse mappe tematiche della Lombardia, anche in 3D, scoprendo come è cambiato l’uso del suolo dal 1955 ad oggi e dove si trovano le colture tipiche dell’agricoltura lombarda. Molti dei dati sono addirittura inediti e di grande interesse
storico­scientifico.
Per la rappresentazione sono state usate come base cartografica le ortofoto storiche del 1955, del 1999 e del 2012 e, ove disponibile, anche l’ortofoto del 1975. Tutto l’applicativo è stato pensato per essere fruibile da un pubblico non esperto, mantenendo però allo stesso tempo il rigore scientifico del dato e la correttezza della rappresentazione statistica.
La peculiarità più grande dell’applicazione è però il metodo di lavoro utilizzato per la sua creazione. Esso è infatti basato su un database e un’interfaccia di inserimento dati. I prodotti, le storie, i percorsi e le mappe sono dei singoli articoli all’interno del database e sono collegati tra di loro tramite “Tag”. Questa struttura permette un continuo aggiornamento dei dati e l’inserimento di ulteriori articoli, che andranno a posizionarsi automaticamente all’interno dell’interfaccia grafica ed a collegarsi agli altri contenuti tramite le parole chiave. Lo scheletro di questo prodotto potrà quindi anche essere utilizzato per la creazione di prodotti simili in altre regioni europee.

(Fonte: R3GIS)



Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI