Unmanned Aerial Vehicles all'aeroporto dell'Urbe a Roma

Stampa

Di seguito divulghiamo il comunicato stampa dell'evento "Roma Drone Expo&Show 2015", inerente alle 3 giornate dedicate a vari tipi di scopi dell'utilizzo dei SAPR, che si terrano presso l'Aeroporto dell'Urbe a Roma in via Salaria:

Sarà il più grande evento dedicato agli Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR) mai organizzato in Italia e anche in Europa. La manifestazione, che avrà luogo nei giorni 29-30-31 maggio prossimi, vedrà la presenza dei maggiori costruttori di droni italiani ed esteri, delle principali aziende che forniscono servizi con gli APR per le più diverse applicazioni professionali (dalla tv all’agricoltura, dalla fotogrammetria alla security), e anche delle tante scuole di volo per la formazione dei piloti. Non mancherà uno spazio per i droni militari delle Forze Armate italiane e un’area dedicata agli appassionati dell’aviazione. Il programma prevede anche una serie di convegni e workshop su queste macchine volanti, oltre ad una flight-zone dove saranno effettuati voli dimostrativi dei più recenti modelli di droni ad ala fissa e rotante. La manifestazione, organizzata dall’associazione Ifimedia e da Mediarkè, ha già ricevuto i patrocini da Ministero della Difesa, Ministero dello Sviluppo Economico, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC), Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), ENEA e dalla Città metropolitana di Roma Capitale.

Il salone “Roma Drone Expo&Show 2015” proporrà numerose novità rispetto all’edizione 2014, che fu il primo evento in Italia sui droni e che vide la presenza di oltre 6mila visitatori in un solo weekend. Oltre alla nuova location dell’aeroporto dell’Urbe, reso disponibile grazie alla collaborazione dell’ENAC, la manifestazione vedrà l’aumento della durata a 3 giorni: venerdì 29 maggio l’ingresso sarà riservato esclusivamente agli operatori e alla stampa, mentre nel weekend 30-31 maggio sarà consentito anche agli appassionati. Aumenteranno pure gli spazi espositivi, che occuperanno una superficie totale di oltre 12mila mq sul Piazzale Nord dell’aeroporto dell’Urbe. Vi saranno cinque diverse aree: 1) aziende costruttrici di droni per usi professionali; 2) scuole di volo per piloti APR riconosciute dall’ENAC; 3) Forze Armate; 4) società che producono droni per attività sportive e amatoriali; 5) enti aeronautici e società di lavoro aereo che operano sull’aeroporto romano. Verrà anche allestito un grande Auditorium, in cui si svolgerà un articolato programma di convegni, workshop e presentazioni relativi allo sviluppo del settore dei droni. Durante la manifestazione, sono anche previsti voli dimostrativi degli ultimi modelli di droni ad ala fissa e rotante. La normale attività dell’aeroporto non verrà interrotta e, dunque, i visitatori potranno anche avere l’opportunità di vedere da vicino il decollo di aerei ed elicotteri.

“Organizzare sullo storico aeroporto dell’Urbe il più grande salone europeo sui droni è una sfida e anche una grande occasione, non solo per far conoscere meglio queste nuove macchine volanti, ma pure per offrire a Roma e all’Italia un evento aeronautico di respiro internazionale”, ha dichiarato Luciano Castro, presidente di Roma Drone Expo&Show. “La risposta degli espositori è stata entusiastica: in poche ore, ci sono giunte un gran numero di conferme, oltre a richieste di partecipazione da parte di aziende europee, statunitensi e anche cinesi. Nel frattempo, stiamo pianificando diverse iniziative speciali, che si svolgeranno durante la manifestazione e che annunceremo nelle prossime settimane. In particolare, in collaborazione con l’ENAC, nella giornata inaugurale organizzeremo un Convegno ad un anno esatto dall’entrata in vigore del Regolamento sull’uso degli APR, in cui faremo il punto delle prospettive di questo nuovo settore con le Istituzioni e con tutti i maggiori player italiani”.
 
 
Fonte: (RomaDrone)
 
 
 

Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche