Realtà aumentata per gli UAV

Stampa

Gli UAV (Unmanned Aerial Vehicles), o più comunemente detti droni, sono diventati in poco tempo uno strumento fondamentale per gli sviluppi applicativi nell'ambito della mappatura del territorio.

Di seguito abbiamo riportato la traduzione di una notizia presa dal sito phys.org divulgata dall'Agenzia Spaziale Europea:

"I droni sono oramai diventati in poco tempo uno strumento popolare e versatile per la mappatura del territorio. Sysveo, una start-up in collaborazione con l'ESA, ha sviluppato una modalità di integramento di oggetti in Augmented Reality, in streaming video direttamente da un drone. Questo permette all'operatore dell'UAV, di analizzare i dati in tempo reale e adattare il volo di conseguenza, rendendo cosi le operazioni meno costose e possibili da effettuare in tempi minori. Quindi poniamo l'esempio di un operatore che sta effetuando un rilievo tramite un drone al sito di una nuova infrastruttura: quest'operatore avrà la possibilità al momento stesso di vedere come apparirebbe l'infrastruttura nel paesaggio circostante. Il software è un progetto ancora in fase embrionale e sarà necessario attendere altri dodici mesi prima che venga immesso sul mercato, ma sarà open source, e sarà quindi possibile modificarlo in base alle proprie esigenze e adattarlo a qualsiasi modello.

La Sysveo è una società francese sostenuta dall'ESA Business Incubation Center del Sud della Francia. Si tratta di una società specializzata nelle integrazioni SAPR in base alle richieste delle utenze professionali. Uno dei suoi obiettivi principali è appunto quello di sviluppare un software open source che consentirà di includere immagini virtuali in 3D alla riprese effettute su una specifica zona, sfruttando le potenzialità della realtà aumentata".

La notizia in lingua originale è disponibile cliccando qui.

 

Fonte: (Phys.org)

 
 

Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Vedi anche