Carta Geologica d'Italia, altri 13 tasselli arricchiscono la conoscenza del territorio

Stampa

Hanno visto finalmente la stampa altri 13 fogli della Carta Geologica d’Italia alla scala 1:50.000. La pubblicazione dei fogli, che costituisce un importante aggiornamento delle conoscenze scientifiche, è frutto di un lungo e impegnativo lavoro realizzato nell’ambito del Progetto Carg, che ha visto impegnati servizi geologici regionali, università e istituti di ricerca con il coordinamento del Servizio Geologico d’Italia – Ispra.

Essi rappresentano lo strumento di base per la pianificazione e gestione territoriale e per la prevenzione, riduzione e mitigazione del rischio idrogeologico. I 13 fogli di nuova pubblicazione coprono una superficie di circa 8000 kmq del territorio italiano e spaziano dal Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Marche, Toscana e Umbria, al Lazio, Abruzzo, Campania e Sicilia. I fogli sono disponibili alla vendita presso ISPRA

per informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

(Fonte: Servizio Geologico d'Italia)


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche