NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itzh-CNenfrdeptrues
Università Siena Geotecnologie
3D Target
Venerdì, 30 Gennaio 2015 07:16

HERE Maps integra Realtà Aumentata e mappe digitali

Renzo Carlucci

L’uso della Realtà Aumentata sui palmari e i telefoni cellulari è un'ambizione da tempo inseguita con molte realizzazioni, tra queste ricordo LAYAR, che hanno tentato di portare questa tecnologia alla portata di tutti gli utenti. I risultati non sono stati soddisfacenti, non tanto per la tecnologia, bensì per la carenza di dati che ha caratterizzato il mondo dell’informazione disponibile a quel tempo. 

VidaLaser
Aeronike

Oggi nuovi tentativi vengono da industrie di grande livello, come quello proveniente da uno dei pionieri della tecnologia, derivato dall’incrocio di mappe digitali e realtà aumentata quale è Nokia, con il suo HERE Maps, che è stato introdotto sul suo Windows Phone lo scorso anno. HERE Maps è non solo una mappa digitale, in quanto si trasforma in un assistente contestuale dinamico, ma anche una fonte di informazioni georeferenziata che consente di usare il proprio telefono per visualizzare l'ambiente circostante.

Il prodotto Nokia City Lens fornisce una visione di realtà aumentata in sovrapposizione agli edifici.
Ad esempio, se una persona si imbatte in un edificio sconosciuto, basta impugnare il telefono e orientarlo verso l’edificio. Il telefono visualizza l'edificio in 3D, e tutte le informazioni utili al riguardo, come il gradimento degli utenti o le offerte speciali per un ristorante. La realtà aumentata è estremamente utile e in questo caso pensata soprattutto per i turisti e i viaggiatori d'affari potendo mostrare rapidamente i punti di interesse in un luogo sconosciuto.

HERE Maps di Nokia rende questo possibile con la costruzione di una transizione dalla vista dall'alto tradizionale di una mappa alla vista in realtà aumentata utilizzando il telefono come una lente per visualizzare l'ambiente circostante. La tecnologia permette all'utente di tenere traccia di ciò che vede intorno a se in sintonia con la mappa digitale. Si possono esplorare le cose in un range compreso tra due e trecento metri.

In altre parole, questa tecnologia 3D fornisce i collegamenti spaziali tra il mondo virtuale sul telefono e il mondo reale. HERE Maps ha diverse caratteristiche per rendere questo possibile. Prima di tutto, l'applicazione visualizza la distanza dinamica ad un punto mentre una persona cammina verso di essa. Un'altra caratteristica, Point Me There, mette le frecce sullo schermo per indicare alle persone la giusta direzione, e quelle direzioni sono accurate fino a circa 5-10 metri.

La tecnologia ha tuttavia alcune limitazioni. E' difficile ottenere le informazioni giuste, se una persona è fuori di un grande edificio e vuole sapere cosa c'è dentro o se sono dentro e vogliono sapere ciò che è fuori. Il team di Nokia non ha ancora capito come visualizzare gli elementi che non sono direttamente visibili sulla linea di vista di una persona. C'è anche il problema di cercare di capire cosa c’è su diversi livelli, come ad esempio il secondo o terzo piano di un edificio.

(Fonte Nokia, techradar.com)

 

Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k9xdh

 


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste cratere dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr FOIF formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo