interoperabilità fra banche dati

W3C e OGC collaborano per l’integrazione dei dati geografici nel web

Stampa

Il W3C e l'Open Geospatial Consortium (OGC) hanno annunciato una nuova collaborazione per migliorare l'interoperabilità e l'integrazione dei dati geografici sul Web.

I dati geografici che descrivono la localizzazione degli elementi naturali ed antropici presenti sul territorio, danno nuovi contenuti ai servizi basati sulla localizzazione, ai servizi di mappe online, al giornalismo, alla ricerca scientifica, alle amministrazioni pubbliche, all'Internet degli oggetti, e a molte altre applicazioni. Si stima che solo negli Stati Uniti i dati e servizi geografici generano 1.600 miliardi dollari all'anno.

Vai all'annuncio sul sito dell'OGC

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche