itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target
La posizione di ECO40 al 4/01/2015 nell'Oceano Indiano

Il laboratorio geomatico installato su ECO40 di Matteo Miceli continua la navigazione nell’Oceano Indiano

Matteo Miceli, lo skipper di ECO40, ha da pochi giorni doppiato il Capo di Buona Speranza ed ora si trova a poche centinaia di miglia da Capo Leeuwin. L’impresa che sta compiendo Matteo è straordinaria sotto molti punti di vista, sia perché sta dimostrando di riuscire a navigare in condizioni estreme in completa autonomia energetica e ad impatto ambientale quasi nullo, sia perché la sua barca è un laboratorio scientifico navigante che porta con se un bel pò di geomatica.

Infatti l’imbarcazione è dotata di tre ricevitori GNSS (sponsorizzati dalla Leica Geosystem) la cui installazione ed analisi dei dati viene effettuata con l’assistenza dei ricercatori dell’Area di Geodesia e Geomatica della Sapienza di Roma.
La conoscenza del moto dell’imbarcazione su onde oceaniche in condizioni estreme, fornite come beccheggio, rollio e imbardata (le rotazioni intorno ai tre assi cartesiani) e l’avanzo, la deriva e il sussulto (i movimenti rispetto ai tre assi cartesiani) registrate lungo tutto il percorso saranno di sicuro ausilio, anche per il riscontro delle analisi meteorologiche e le effettive condizioni registrate.
Il tutto con una precisione centimetrica fornita dalla tecnica Kin-VADASE (Kin per cinematico, VADASE per Variometric Approch for Displacements Analysis Stand-Alone Engine), una nuova metodologia di analisi dei dati GNSS sviluppata, validata e brevettata nell’Area di Geodesia e Geomatica del Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale dell’Università La Sapienza di Roma. Tale tecnica consente di ricavare tra due epoche successive la variazione di posizione del ricevitore. Usata per la prima volta in questa occasione, per valutare gli spostamenti di un mezzo in movimento, permette di stimare spostamenti accurati senza l’ausilio di una stazione di riferimento.

Anche e-Geos sta seguendo il suo tragitto tramite i satelliti Cosmo-SkyMed e sono comparsi giorni fa alcuni articoli, anche su riviste internazionali, sul fatto che è stato possibile allertare Matteo in tempo che sulla sua rotta si trovavano dei grossi iceberg.
Chissà come ha preso la notizia il navigatore solitario che cerca di completare il primo giro del mondo, in solitaria, senza scalo e senza assistenza in completa autosufficienza energetica ed alimentare.

Ho avuto la fortuna di conoscere Matteo frequentando da molti anni l’ambiente della vela di Fiumicino ove nascono le sue imprese, e devo dire che sicuramente la tecnologia è da lui ben sfruttata, ma di certo con l’intenzione di effettuare al meglio l’analisi del costo e dei benefici conseguenti.
Il giro del mondo che sta compiendo è una fase di un lungo lavoro di ricerca che ha portato alla massima espressione i desideri di un velista di passione innata che vuole portare innovazione nella nautica costruendo barche con parametri progettuali avanzati, sviluppando un prodotto ad alte prestazioni, ecologicamente ed ambientalmente sostenibile ma che al contempo sia evoluto dal punto di vista commerciale per completare il ciclo della sostenibilità. Il progetto Roma Ocean World 2009/2014, sta dimostrando in questo momento la reale fruibilità delle tecnologie, energie e sistemi propulsivi innovativi.

Potete seguire il tutto sul suo sito: www.matteomiceli.com
Per seguire gli aspetti tecnico-scientifici: web.uniroma1.it/eco40/

 

Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4ypr

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Naviga per temi

gps eGEOS laser scanner ambiente rilievo 3d osservazione della terra esri italia urbanistica meteorologia ingv top Harris scansione 3D telerilevamento 3D geomax app geolocalizzazione apr copernicus modellazione 3d FOIF ISPRA qgis stazione totale formazione sensore monitoraggio satelitare GIS smart mobility remote sensing dati gestione emergenze misurazione faro tecnologia catasto europeo mappe utility arcgis rndt uso del suolo mobile mapping dissesto idrogeologico big data open geo data mare hexagon pianificazione uav ict cosmo skymed intelligenza artificiale terremoto smartphone GNSS cartografia realtà virtuale leica geosystems open data beni culturali catasto dati geografici progettazione infrastrutture flytop geodesia trimble digital geography openstreetmap metadati aerofotogrammetria fotogrammetria sinergis Stonex archeologia BIM teorema webGIS beidou reti tecnologiche rischio posizionamento satellitare servizi ricevitori territorio terremoti topcon autonomous vehicle nuvole di punti topografia leica esri droni internet of things sicurezza scienze della terra geospatial top world esa galileo Bentley monitoraggio microgeo satelliti open source geofisica ortofoto mobilita cantiere in cantiere protezione civile Toponomastica Epsilon Italia smart city terra e spazio codevintec CAD geomatica INTERGEO planetek energia asita SIFET autocad sar INSPIRE rilievo coste storytelling geoportale spazio autodesk geologia trasporti oceanografia sentinel technologyforall agricoltura cnr osservazione dell'universo lidar GTER interferometria terrelogiche Here tecnologie avanzate realta aumentata termografia asi
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps