rischio sismico

Nel DPCM sul rischio sismico si parla di metadati, Inspire e SIT

Stampa

E' stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 79 del 4 aprile 2014 la direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio 2014 inerente il Programma nazionale di soccorso per il rischio sismico, che stabilisce le regole per il coordinamento e la direzione unitaria dell'intervento del Servizio nazionale della protezione civile, fornendo gli indirizzi per la predisposizione delle pianificazioni di emergenza.

La direttiva, tra l'altro, ribadisce l'obbligo che i dati concernenti gli elementi conoscitivi del territorio, necessari per i piani nazionali di emergenza, siano corredati dai relativi metadati, redatti in maniera conforme agli standard previsti dal RNDT, in modo da essere organizzati nell'ambito del Sistema Informativo Territoriale (SIT) del Dipartimento della protezione civile.

I metadati, così, potranno essere resi disponibili anche nel Catalogo del RNDT, atteso che il servizio CSW del Dipartimento della Protezione Civile rientra nella rete di cataloghi su cui il RNDT medesimo effettua operazioni di harvesting.

La direttiva rimarca, inoltre, l'opportunità che i dati di cui sopra siano integrati nelle infrastrutture regionali ed eventualmente resi disponibili anche attraverso i servizi di rete previsti dalla Direttiva INSPIRE.

Fonte www.rndt.gov.it


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche