Il SIT del Comune di Arezzo, informazioni sempre aggiornate per i cittadini

Stampa

La creazione del SIT nel comune di Arezzo ha richiesto un lavoro di ben 2 anni ed oltre 70.000 rilevazioni sul campo, ora, sia cittadini che enti possono individuare con precisione ogni abitazione del territorio comunale ed usufruire di ogni servizio offerto dal Sistema Informativo Territoriale.

Il SIT ovvero il Sistema Informativo Territoriale arriva nel sito del Comune di Arezzo per consentire a cittadini ed enti di individuare con precisione ogni abitazione del territorio comunale. Sono infatti già pubblicati tutti i dati demografico-territoriali emersi dalla recente ricognizione nelle aree extraurbane riguardante gli accessi e i numeri civici. Questi ed altri dati correlati possono essere consultati facilmente on line attraverso una nuova mappa interattiva presente nel sito del Comune dove si possono trovare gli ultimi aggiornamenti riguardanti: accessi, seggi elettorali, sezioni censuarie ed elettorali.

La mappa è visibile al link SIT comune di Arezzo

Il SIT è stato presentato dall’assessore Stefania Magi e da Luca Gentili della LDP Associati di Siena insieme ai tecnici e dipendenti comunali che lavorano al sistema. “Un altro passo avanti dell’agenda digitale comunale – sostiene l’assessore ai servizi demografici e statistica Stefania Magi - nella direzione della semplificazione, della trasparenza e della programmazione. Parole chiave di una città che aspira ad essere sempre più intelligente e sostenibile, smart per usare un termine di moda, dove lo sviluppo della tecnologia digitale è uno strumento imprescindibile. Avere a disposizione una banca dati immateriale georeferenziata dove ogni numero civico è collegato all’edificio, ha richiesto oltre 70.000 rilevazioni sul campo, effettuate nel 2011 in corso di censimento e terminate nel 2013 con le case sparse”.

Il sistema è visibile ai cittadini nel sito del comune direttamente dalla home page nella sezione strumenti on line e consente di localizzare con precisione tutti i numeri civici anche nelle località non provviste di denominazioni stradali, come sono gran parte delle frazioni.

La navigazione è stata presentata da Luca Gentili che ha spiegato come la localizzazione degli indirizzi è importante anche per i mezzi di soccorso e per le forze dell’ordine. Inoltre, poichè il SIT è collegato all’anagrafe comunale, è possibile conoscere la composizione della popolazione per età e genere nelle diverse zone del territorio comunale, senza ovviamente fornire dettagli sui residenti, nel rispetto della privacy. In questo caso un messaggio di cortesia avverte dell’impossibilità di accedere ai dati sensibili. Il sistema cartografico è costantemente aggiornato con case, strade e dati della popolazione ma sono presenti anche informazioni storiche, urbanistiche e catastali. Si possono aggregare zone e individuare raggi di azione utili ad interventi di protezione civile. La finalità è dunque “conoscere per servire meglio”.

“Il Sit – conclude l’assessore Magi – consente all’Amministrazione, nella parte non visibile al pubblico, di fare studi sulla popolazione utili alla programmazione dei servizi pubblici e privati, dalle fermate degli scuolabus ai centri anziani o agli studi medici. E valutazioni di impatto ambientale. Così come è possibile il controllo sui tributi (ZTL, rifiuti solidi urbani), facilitando il recupero dell’evasione fiscale mentre il collegamento con il catasto ed il piano urbanistico consente di informare i proprietari di unità immobiliari sulle varianti urbanistiche. Il sistema pone le basi anche per programmare la manutenzione delle strade, della cartellonistica stradale, del verde e di tutto il patrimonio comunale. Ringrazio quindi i molti operatori comunali che stanno continuando a lavorare per rilevare e correggere possibili errori e chiedo anche ai cittadini di segnalare eventuali variazioni e aggiornamenti del sistema”.

La banca dati del Sit del Comune contiene circa 52mila accessi principali, oltre 16mila accessi ripetuti, circa 29mila targhette accessi (distribuite tra accessi principali e ripetuti) e più di 2mila accessi dismessi.

Vi sono comprese le 97 sezioni elettorali, con il numero e l’indirizzo dei seggi, la loro descrizione, il totale degli elettori e la sezione elettorale di riferimento, il tutto visibile anche attraverso la mappa interattiva. Sono infine visualizzabili le 795 sezioni censuarie e le varie tipologie (centro abitato, case sparse, nucleo abitato, località produttiva).

Ognuno elemento è interrogabile selezionandolo direttamente dalla mappa interattiva o utilizzando gli strumenti di ricerca specifici.

Come tutte le nuove cartografie interattive del SIT del Comune di Arezzo, anche la sezione “dati demografico-territoriali” è compatibile con sistemi operativi Microsoft Windows, Apple OSX e tutti i sistemi basati su Linux, così come sono supportati tutti i browser più diffusi (Microsoft Internet Explorer, Mozilla Firefox, Safari, Google Chrome e Iceweasel).

(Fonte: Portale del SIT comune di Arezzo)



 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche