itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Sabato, 07 Dicembre 2013 18:44

ESA - Immagine della settimana: Boca do Acre (6 Dicembre 2013)

Gianluca Pititto

Boca do acre thumb

L’ immagine  satellitare che proponiamo questa settimana ai nostri lettori è stata acquisita dal radar di bordo del satellite europeo per  telerilevamento Envisat e ritrae l’area in cui sorge la città Boca do Acre, nel Brasile occidentale (folder guardala /scaricala in alta risoluzione).

Aeronike

La città  sorge all’ interno di Amazonas, lo stato del Brasile di maggior dimensione in termini di area e quasi completamente ricoperto dalla Foresta Pluviale Amazzonica.

Il nome Boca do Acre – che significa ‘Bocca di Acre’ –  deriva dalla sua collocazione geografica, in prossimità del punto di incontro tra i fiumi Acre e  Purus.

Lungo il corso principale dei fiumi si trovano delle cosiddette ‘lanche’ (meandri fluviali paludosi indipendenti dall’alveo principale – NdT), che si possono formare quando un fiume muta il suo percorso.

L' immagine è costruita attraverso la combinazione di tre acquisizioni del radar di Envisat, ottenute nelle date del 28 Ottobre 2005, del 12 Settembre 2008 e del 17 Settembre 2010. Singolarmente le immagini si presentano ciascuna di un differente colore assegnato  - rosso, verde e blu -  e quando combinate assieme  sono in grado di evidenziare mutazioni della superficie occorse tra i diversi passaggi di Envisat.

I colori mettono in risalto  vaste aree di deforestazione, che risultano evidenti dalle grandi trame  dalla forma geometrica tracciate lungo strade rettilinee.

Viste le dimensioni e la frequente presenza di coperture nuvolose, il telerilevamento che utilizza immagini radar risulta il modo migliore per investigare  il Bacino dell’ Amazzonia su larga scala, in particolare per la valutazione della estensione e dei danni causati dalla deforestazione. I radar infatti possono osservare sia di giorno che di notte ed in qualunque particolare condizione meteorologica.

Le osservazioni satellitari sono di supporto al Programma REED della Nazioni Unite, il ‘Reducing Emissions from Deforestation and Forest Degradation’ in atto nei paesi in via di sviluppo.

Gli alberi esistenti assorbono il biossido di carbonio e lo convertono in ossigeno, mentre gli alberi che marciscono, vengono tagliati o bruciati di fatto  emettono anidride carbonica. Per cui la protezione delle foreste  da un lato evita che  esse siano fonte di produzione gas, dall’altro assicura l’assorbimento del biossido di carbonio proveniente da altre fonti.

REED fornisce incentivi finanziari agli stati per la conservazione delle aree forestali. La riduzione e la prevenzione della deforestazione è  una opzione di mitigazione con il più grande ed immediato impatto a breve termine sulle riserve di carbonio, in quanto si previene il rilascio di carbonio sotto forma di emissione in atmosfera.

Future missioni satellitari, quali Sentinel-1 e Sentinel-2 in corso di sviluppo nell’ ambito del Programma Europeo Copernicus ed il satellite dell’ ESA  Biomass, offriranno un importante supporto a REED  per il monitoraggio e la mappatura delle aree forestali.

 

---

 

Boca do Acre

This Envisat radar image was acquired over the city of Boca do Acre in western Brazil (folder download / view in Hi-Res).

The city lies within Amazonas state, the largest Brazilian state by area, and almost completely covered by the Amazon Rainforest.

The name Boca do Acre – or ‘mouth of the Acre’ – comes from its location on the banks where the Acre and Purus rivers meet.

Along the river’s main course are free-standing ‘oxbow lakes’, formed when a river changes course.

This scene is a compilation of three images from Envisat’s radar, acquired on 28 October 2005, 12 September 2008 and 17 September 2010. The individual images are each assigned a colour – red, green and blue – and when combined, reveal changes in the surface between Envisat’s passes.

In this image, the colours reveal large areas of deforestation – evident by the large, geometrically shaped plots cut out along linear roads.

Given its size and frequent cloud cover, remote sensing using radar images is the best way to study the Amazon Basin on a large scale, especially for assessing the extent and damage due to deforestation. Radars can observe during both day and night and through any weather conditions.

Satellite observations also support the United Nations’ Reducing Emissions from Deforestation and Forest Degradation in developing countries, or REDD, initiative.

Trees absorb carbon dioxide and convert it into oxygen, while trees that rot, are cut down or burnt actually emit carbon dioxide. So preserving forests not only keeps them from releasing the gas, it ensures the absorption of carbon dioxide from other sources.

REDD gives a financial incentive for developing countries to maintain forested areas. Reducing or preventing deforestation is the mitigation option with the largest and most immediate carbon stock impact in the short term, as the release of carbon as emissions into the atmosphere is prevented.

Upcoming missions such as Sentinel-1 and -2, being developed for Europe’s Copernicus programme, as well as ESA’s Biomass satellite, will support REDD in forest mapping and monitoring.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Boca do Acre". Traduzione: Gianluca Pititto)

 

 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.rivistageomedia.it/kw64u

 

 

 


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago landsat laser scanner leica lidar magalopoli MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mixed reality mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile Ramsar realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps