itzh-CNenfrdeptrues
3D Target
Sabato, 31 Agosto 2013 12:02

ESA - Immagine della settimana: Turchia Salata (30 Agosto 2013)

Gianluca Pititto

Salty Turkey thumb

Dopo la pausa estiva riparte la nostra rubrica dedicata alle immagini satellitari. Questa settimana mostriamo una acquisizione del satellite giapponese ALOS, ottenuta durante un passaggio sull’ arido plateau centrale dell’ Anatolia, nel versante asiatico della Turchia (folder scaricala in alta risoluzione).

VidaLaser
Aeronike

La Penisola dell’Anatolia  è anche nota con il nome di Asia Minore: è bagnata dal Mar Nero a nord, dal Mar mediterraneo a sud e dal Mar Egeo ad ovest. In questa immagine è possibile osservare  sull’altopiano centrale l’intero Lago Tersakan (sul lato sinistro) e parte del lago Tuz (nell’ angolo in alto a destra).

Il Lago Tuz è il secondo lago della Turchia per estensione ed  al contempo costituisce di uno dei più grandi laghi salati del mondo.

Mentre una parte dei territori circostanti mostrano il caratteristico aspetto a mosaico delle colture agricole, altre aree sono soggette ad inondazioni stagionali di acqua salata.  Inoltre, durante i mesi estivi le acque del lago si ritraggono ed espongono in tal modo alla luce uno spesso strato di sale depositato.

La superficie di color bianco brillante che così appare nei mesi secchi estivi è stata utilizzata dai satelliti di Osservazione della Terra per calibrare i propri sensori sulla tonalità del color bianco – esattamente allo stesso modo in cui siamo uso fare con la calibrazione del bianco in una ordinaria fotocamera.

Va anche ricordato che il sale del Lago Tuz viene regolarmente estratto e fornisce circa la metà del sale consumato in Turchia.

Oltre alla sua importanza economica, il lago fornisce anche una importante zona di riproduzione delle specie del Greater Flamingo (Fenicottero Rosa – NdT) e della Greater White-Fronted Goose (tipo di oca selvaggia – NdT).

Il satellite giapponese ALOS (Advanced Land Observing Satellite) ha catturato questa immagine il 21 Ottobre 2010 con il suo sensore  di bordo denominato Advanced Visible and Near Infrared Radiometer Type-2.


---

 

Salty Turkey


This image from Japan’s ALOS satellite was acquired over Anatolia’s dry, central plateau on the Asian side of Turkey (folder download it in Hi-Res).

Also known as Asia Minor, the Anatolian peninsula is surrounded by the Black Sea to the north, Mediterranean Sea to the south and Aegean Sea to the west. In this image over the central high plains, we can see the whole of Lake Tersakan on the left side, with part of Lake Tuz in the upper right corner.

Lake Tuz is Turkey’s second largest lake, as well as one of the largest saline lakes in the world.

While some of the surrounding land shows the patchwork of agriculture, other areas are prone to the seasonal flooding of salty water. During the summer months, however, the lakewater recedes to expose a thick layer of salt.

The bright white surface during these dry summer months has been used by Earth-observing satellites to calibrate their sensors for the colour white – much like how you would adjust a camera’s white balance setting.

The salt from Lake Tuz is also mined, providing over half of the salt consumed in Turkey.

In addition to its economic importance, the lake provides an important breeding ground for the Greater Flamingo and the Greater White-fronted Goose.

Japan’s Advanced Land Observing Satellite (ALOS) captured this image on 21 October 2010 with its Advanced Visible and Near Infrared Radiometer type-2 instrument.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Salty Turkey". Traduzione: Gianluca Pititto)

 

 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.rivistageomedia.it/kwcw3

 

 


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia Artificial Intelligence asi asita autocad autodesk beidou beni culturali Bentley Bentley Systems big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cloud cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici digital geography dissesto idrogeologico droni eGEOS energia Epsilon Italia esa esri esri italia faro flyr FOIF fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geoportale geospatial GIS GNSS gps Harris HBIM Here hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE intelligenza artificiale interferometria INTERGEO internet of things ISPRA ISTAT landsat laser scanner leica geosystems lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mixed reality mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole di punti oceanografia OGC open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile QGIS realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche riegl rilievo rilievo 3d rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis slam smart city smart mobility smartphone social media spazio Stonex storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoto territorio top topcon topografia Toponomastica top story trasporti trimble uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility webGIS
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps