NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itzh-CNenfrdeptrues
Università Siena Geotecnologie
3D Target
Sabato, 25 Maggio 2013 11:58

Immagini satellitari con 15 centimetri di risoluzione per la distruzione del tornado a Oklahoma

Renzo Carlucci

Oklaoma

Google e Digital Globe hanno appena pubblicato le immagini satellitari del danno dal tornado che ha colpito la zona di Moore a Oklahoma il 20 maggio 2013. E 'stato definito uno dei tornado più potenti e distruttivi mai registrati, classificato EF5 un punteggio sopra il massimo prevedibile per un un tornado e la distruzione è straziante.
Cliccando sull'immagine qui sopra si vede sia la pianta di quelle case rase al suolo che la fascia distrutta con un netto contrasto al confine delle case risparmiate.

VidaLaser
Aeronike


A questo link http://apps.npr.org/moore-oklahoma-tornado-damage/ si accede ad una mappa interattiva che mostra la vista ad alta risoluzione del danno, fornendo i dettagli di dove i palazzi e le case erano una volta. 

NPR ha messo insieme questa mappa, usando dati satellitari da Digital Globe, insieme ai dati di proprietà della Città di Oklahoma City, la città di Moore, e la Cleveland County. Dati satellitari a questa risoluzione stanno contribuendo ad aiutare le squadre di recupero e di soccorso a terra.

Qui il link alla mappa di crisi di Google: http://google.org/crisismap/2013-oklahoma-tornado

Nel periodo immediatamente successivo ad una catastrofe naturale come questo tornado, la priorità viene sempre data alla ricerca di sopravvissuti per salvare vite umane.
E con 15 centimetri di risoluzione a terra, tali operazioni vengono sicuramente facilitate.
Ma la domanda che ci poniamo oggi è: noi con tutti gli investimenti che stiamo effettuando in Italia sui satelliti e sui piani di telerilevamento, potremo mai usufruire di tali accuratezze?
In occasione delle nostre recenti catastrofi abbiamo avuto a disposizione dati per aiutare le squadre di soccorso a questo livello? 

Ci troviamo di fronte ad un nuovo forte investimento sulla seconda generazione di Cosmo Skymed e per aggiornare il nostro Geoportale Nazionale siamo costretti a comprare i dati satellitari anche da quei satelliti che abbiamo già pagato, speriamo solo che al momento in cui si avrà una nuova necessità tali dati siano realmente disponibili.

(Fonte Phys.org)

Successivo Aggiornamento del 28 maggio 2013

A seguito della precisazione ricevuta da Massimo Zotti (vedi commento in fondo) abbiamo verificato che nel sito di google in oggetto  viene evidenziato che per i 15 cm e 30 cm di risoluzione si tratta di "aerial images". Questo ci conforta in quanto la vecchia tecnica aerofotogrammetrica ancora conserva la sua validità specialmente nel superare la barriera dei 50 cm di risoluzione a terra. Ci scusiamo con i lettori se il titolo dell'articolo possa aver provocato qualche fraintendimento. (Renzo Carlucci)

 

 

 


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste cratere dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr FOIF formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo