ESA - Immagine della settimana: Il Fiume Okavango (06 Aprile 2013)

Stampa

L’ immagine che mostriamo questa settimana ai nostri lettori è stata acquisita il 3 Gennaio scorso dal satellite KOMPSAT-2 e ritrae un’ area  che include il nord della Namibia ed il sud dell’ Angola (scaricala in alta risoluzione).

Nell' attraversare l’immagine il fiume Okavango traccia il confine tra la Namibia  -a sud-  l’ Angola –a nord.

L' Okavango ha origine in Angola e fluisce poi verso sud-est, dove  termina aprendosi a ventaglio e dando origine ad un delta interno in Botswana. Questo delta costituisce una destinazione turistica molto frequentata, vantando una grande varietà di specie animali allo stato selvaggio, come elefanti, bufali, giraffe, leoni, leopardi, ghepardi, coccodrilli, iene, rinoceronti e babbuini.

Il terreno di colore verde nei pressi del fiume, che nell' immagine sembra scaturire dalle pennellate di un pittore, indica un’ area ricca di vegetazione, che cresce nell’acqua ed attorno ad essa. Il fiume riveste un ruolo molto importante in  attività economiche locali quali  agricoltura e turismo, mentre la pesca fornisce la più importante fonte di sostentamento alimentare alla popolazione locale.

Effettuando uno zoom nell’ angolo in alto a sinistra si possono notare punti di colore bianco e di altre tonalità luminose nei pressi di una strada: sono dovuti a locali insediamenti rurali. Risulta anche evidente il colore rossastro del suolo, tipico di molte aree tropicali e sub-tropicali dell’ Africa.

Nell’ angolo in basso a destra  dell’ immagine possiamo notare geometrie circolari di circa 600 m di diametro, che sono di natura agricola. Le linee bianche che uniscono ed attraversano le strutture circolari sono strade realizzate per la loro manutenzione.

Anche potendo disporre di immagini ottiche ad elevata risoluzione non sempre risulta immediato capire cosa l’immagine ci sta realmente mostrando. Per esempio, nelle zone agricole sembrano presenti siepi a definire le forme, ma si notano anche piccoli punti di vegetazione all’interno di molti campi. Questi ultimi potrebbero essere dovuti a singoli alberi, ma  anche a vegetazione cresciuta  sulla cima  di grandi termitai.

Il KOMPSAT-2 (KOrea Multi-Purpose SATellite) del Korea Aerospace Research Institute ha acquisito questa immagine il 3 Gennaio 2013. Lanciato nel lontano 2006, questo satellite è stato sviluppato per assicurare la continuità operativa rispetto al suo predecessore, il KOMPSAT-1.

ESA supporta KOMPSAT come Missione Terze Parti, accordo in base al quale l’ Agenzia utilizza le sue competenze ed infrastrutture per acquisire, processare e distribuire i dati acquisiti dal satellite a tutta la sua comunità di utenti.


---

 

Okavango

An area covering northern Namibia and southern Angola is pictured in this Kompsat-2 image from 3 January (download it in Hi-Res).

Running across the image, the Okavango River forms the border between Namibia to the south and Angola to the north.

This river originates in Angola, and flows south east where it eventually fans out to create an inland delta in Botswana. The delta is a popular tourist destination boasting a variety of wildlife such as elephant, buffalo, wildebeest, giraffe, lion, leopard, cheetah, crocodile, hyena, rhinoceros and baboon.

The brushstroke-like green terrain surrounding the river indicates where vegetation grows in and around the water. The river plays an important role in the local economic activities, such as farming and tourism, and the fish are a major source of nutrition for the local population.

Zooming in on the upper left corner, dots of white and other bright colours near a road show rural settlements. The red soil typical of many tropical and subtropical areas of Africa is also evident.

In the lower-right corner, we can see large-scale, circular agricultural plots up to about 600 m in diameter. The white lines running through the circle could be maintenance roads.

Even with high-resolution optical imagery, it is not always easy to know exactly what the image shows. For example, in the agricultural areas there appear to be hedges drawing the shape, but also small dots of vegetation within many of the fields. These dots could be single trees, or even vegetation growing on top of large termite hills.

The Korea Multi-purpose Satellite (Kompsat-2) of the Korea Aerospace Research Institute acquired this image on 3 January 2013. Launched in 2006, it was developed to ensure continuity with its predecessor, Kompsat-1.

ESA supports Kompsat as a Third Party Mission, meaning it uses its ground infrastructure and expertise to acquire, process and distribute data to users.

 

(Fonte: ESA - Image of the week: "Okavango". Traduzione: Gianluca Pititto)