NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itzh-CNenfrdeptrues
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Università Siena Geotecnologie
3D Target
Lunedì, 04 Marzo 2013 17:15

Sostenere il patrimonio con nuove idee e nuove tecnologie

Redazione mediaGEO

concorso ars
Una opportunità da non perdere quella del bando di gara della Fondazione Accenture che con una mirabile visione strategica ha messo in palio un milione di euro per la migliore idea che possa dare un nuovo impulso alla conservazione e fruizione sostenibile dei beni culturali attraverso le nuove tecnologie.

Una conservazione diversa non più vista come un onere pesante per la comunità che deve forzatamente investire parte dei suoi redditi per la manutenzione di un patrimonio altamente vulnerabile e spesso infruttifero. La formula chiave alla base del tutto è la sostenibilità autonoma dell’idea.

VidaLaser
Aeronike

Sono anni che assistiamo alla perdita di ingenti risorse per interventi spesso scriteriati e non effettuati all’interno di un organico piano complessivo che veda il ritorno degli investimenti effettuati. Lo sperpero effettuato nel campo dell’informatizzazione nel Ministero per i Beni Culturali ne è un esempio e ancora ad oggi fatichiamo ad avere un sistema di Catalogo dei beni accessibile e che sia da esempio mondiale, come meriteremmo di avere. Eppure pur essendo stati i primi a formulare metodi e standard di catalogazione ancora oggi altamente validi ed esemplari, abbiamo mancato al tempo debito l’integrazione con altri interventi internazionali,  come ad esempio l’inserimento tardivo e passivo dello standard ontologico del Dublin Core.

Ma tornando alle idee per il bando di gara, riportato nel sito ideatre60.it, non possiamo che dare atto dello stimolo che tale azione ci sta dando per cercare di comprendere come fare a riportare l’interesse dei giovani specialmente in questo settore.

La sostenibilità va ovviamente vista attraverso la fruizione del bene che deve essere oggi sicuramente scalabile in funzione dell’utente e rapportata probabilmente alle sue possibilità economiche, dalla possibilità di visita gratuita che andrebbe estesa ad almeno un giorno alla settimana per tutti i beni pubblici (una sorta di Open Access per la sua diffusione) fino alle remote idee, che vagano attualmente nel nostro mondo, di fruizione personalizzata con costi superiori intesi come introiti singolari, accompagnati da interventi di salvaguardia.

E qui possono nascere moltissimi sistemi che vanno dalla manutenzione preventiva, tanto promossa dalle personalità che hanno segnato il Restauro italiano dai primi anni ’50 del secolo scorso fino agli ultimi interventi della Carta del Rischio del Patrimonio Culturale. Oppure si può pensare alla fruizione di siti e monumenti in Realtà Aumentata, per la quale si è finalmente aperto oggi uno spiraglio per la sua effettiva praticabilità tramite le device che Google stesso sta introducendo per la sovrimpressione di immagini digitali alla visione reale tramite un occhiale dedicato. Ma anche idee dedicate alla commercializzazione dei prodotti specifici per la conservazione e il restauro possono trovare la loro validità, in considerazione della notevole esperienza effettuata nei nostri cantieri. Ad esempio un database degli interventi, dei risultati, dei prodotti collegati, delle tecniche utilizzate da mostrare al mondo come eccellenza stessa della produzione italiana in tale difficile settore. Come mostrarlo non saprei dire, ma certo seguendo il trend del momento, un Open Access su Dati Open, ovviamente utilizzando un sistema Open Source.

Quello che invece suggerisco di non fare è la produzione di piccoli inutili progetti dedicati a singoli monumenti, opere o siti che sarebbero solo fini a se stessi, andando ad incrementare la schiera degli ormai fallimentari progetti ICT sui beni culturali che ripartono tutti da zero, senza considerare i risultati già raggiunti da altri.


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago landsat laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

Geospatial World Forum 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo