itzh-CNenfrdeptrues
Codevintec Days Trieste
3D Target
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Venerdì, 16 Novembre 2012 11:50

Un nuovo Geoide dalla seconda missione di GOCE

Redazione mediaGEO

Goce2geoid

GOCE il satellite che ha rilevato la gravità della Terra con la massima accuratezza da satellite oggi disponibile ci ha già dato la mappa più accurata mappa di gravità, ma la sua orbita ora è stata abbassata al fine di ottenere risultati ancora migliori. Il Gravity field and steady-state Ocean Circulation Explorer (GOCE) è in orbita intorno alla Terra dal marzo 2009 ed ha raggiunto il suo ambizioso obiettivo di mappare la gravità del nostro pianeta con una precisione senza eguali.

Aeronike

Sebbene la prevista missione sia stata completata, il consumo di carburante è stato molto inferiore rispetto al previsto a causa della bassa attività solare negli ultimi due anni. Ciò ci consente di estendere la vita GOCE e di migliorare ancora la qualità del modello gravitazionale. Per essere in grado di misurare la forza di gravità terrestre, il satellite stava volando in un'orbita straordinariamente bassa a circa 255 km di altezza (circa 500 km inferiore a quella maggior parte dei satelliti di osservazione della Terra).

Tale orbita, al limite dell'atmosfera, mette seriamente in difficoltà i materiali del satellite che rischiano la disintegrazione per attrito con l'atmosfera stessa, ma sulla base di una chiara indicazione venutà dalla comunità scientifica degli utenti GOCE l'orbita viene abbassata a 235 km con partenza nel mese di agosto. Abbassando l'orbita aumenterà la precisione di misura e le risoluzioni, migliorando il rilevamento gravitazionale e delle dinamiche oceaniche.

Il gruppo di controllo ha iniziato le manovre in agosto, con un abbassamento di circa 300 metri al giorno. Dopo una discesa di8.6 km, sono state valutate le prestazioni del satellite nel nuovo ambiente. Ora, GOCE viene nuovamente abbassato mentre continua la sua mappatura della gravità. Si prevede di raggiungere la quota limite di 235 km a febbraio 2013.

Naturalmente più l'orbita scende più aumenta la resistenza atmosferica ma GOCE è stato progettato per volare basso con la spinta del suo piccolo motore a ioni che continua a compensare continuamente per la resistenza atmosferica. La possibilità di continuare, dovuta alla tutto sommato inattesa possibilità di presenza residua del carburante, con un aumento della qualità dei dati è così alta che gli scienziati la chiamano GOCE Second Mission.
 
Il nuovo geoide GOCE

"Per noi dell'ESA, GOCE è stata una missione fantastica e continua a sorprenderci," ha dichiarato Volker Liebig, Direttore ESA dei Programmi di Osservazione della Terra.

"Quello che il team di ingegneri dell'ESA sta facendo non è stato fatto prima e ci pone una sfida. Ma sarà anche uno scatenare nuove ricerche nel campo della gravità sulla base dei dati ad alta risoluzione che si aspettano." Il primo 'geoide' sulla base delle misure di gravità GOCE è stato inaugurato nel giugno 2010. È la superficie di un oceano globale ideale in assenza di maree e correnti, modellato solo per gravità.

Un geoide è un punto di riferimento fondamentale per lo svolgimento di misure precise della circolazione oceanica, il livello del mare il cambiamento e la dinamica di ghiaccio. La missione ha anche fornito una nuova visione della densità dell'aria e del vento nello spazio, e la sua informazione è stata recentemente utilizzata per produrre la prima mappa mondiale ad alta risoluzione del confine tra la crosta terrestre e del mantello.

(Fonte ESA)


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA landsat laser scanner leica lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile Ramsar realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

Servizi a Rete TOUR 2018
GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps