itzh-CNenfrdeptrues
Università Siena Geotecnologie
3D Target
Lunedì, 09 Luglio 2012 11:34

Call for paper per il numero speciale del Bollettino dell'AIC Associazione Italiana di Cartografia

Redazione mediaGEO

il cartografo donato giancola low
È partita la call for papers per un numero speciale del Bollettino AIC sul tema “Cartografia e Informazione Geografica 2.0 e oltre, Webmapping, WebGIS”. Con questo bollettino speciale si vuole fare il punto della situazione sulla cartografia all’interno del cosiddetto “Web 2.0”. Il numero sarà curato da Giuseppe Borruso e Giovanni Mauro e i contributi sottoposti a referaggio. La scadenza per le sottimissioni dei lavori 30 settembre 2012.

VidaLaser
Aeronike

La cartografia digitale “creata dagli utenti” rappresenta un fenomeno in costante crescita. Sono infatti numerosi quelli che, attraverso un disegno minimale o l’organizzazione di un semplice layer o di un modesto shape file, contribuiscono a diffondere la cartografica digitale condividendo quella da loro prodotta con altra, ugualmente semplice, messa in essere da utenti con un modesto Back Ground di informazioni tecnico-scientifiche sulla cartografia e totalmente privi di cognizioni di informatica. Si pensi, ad esempio, a chi produce tracciati derivanti da GPS per percorsi ciclabili, turistici, oppure punti di interesse (POIs) per navigatori satellitari, beninteso non trascurando fenomeni di portata cartografica più ampia, quali il progetto OpenStreetMap, dove una cartografia “globale” viene costruita e aggiornata esclusivamente dagli utenti attraverso procedure che si rifanno a strutture quali Wikipedia, nell’ottica del Web 2.0, che si presenta come un ambiente multiforme dove la carta elaborata da non esperti può essere visualizzata, stampata, scaricata per l’utilizzo in navigatori satellitari ma anche nei sistemi informativi geografici.

Si tratta, evidentemente, di una nuova fase di produzione cartografica che va ad affiancarsi a quella tradizionale, basata sul formato cartaceo, e a quella per allora già innovativa di tipo digitale la quale, diffusasi dopo gli anni novanta con un successo veramente straordinario, ha di fatto affievolito la precedente ed esiste il serio rischio che possa continuare ad oscurarne la potenzialità.

La cartografia digitale oggi è, infatti, diffusa a tantissimi livelli, grazie alla sempre maggiore presenza all’interno degli enti pubblici territoriali e delle attività di soggetti privati dei sistemi informativi geografici, ma anche grazie all’esplosione del mercato di prodotti tecnologici basati sulla qualità dell’informazione geografica e sulla precisione nella localizzazione di posizioni in cui la cartografia è presente in maniera rilevante, anche se talvolta subordinata e ne costituisce elemento di significativo valore aggiunto.

Si ricordino, ad esempio, i navigatori satellitari, da diporto, per le automobili, e quelli sempre più diffusi nel mercato leisure, come sussidio alla mobilità personale per il viaggio, il turismo, lo sport, ecc. Accanto a questa tipologia di prodotti anche la telefonia mobile offre sempre più l’integrazione con il posizionamento satellitare e quindi con il supporto cartografico, senza dimenticare internet e i siti web cartografici.

Non va però trascurato, anche in questo caso, uno dei problemi più noti e importanti della produzione cartografica e la cui soluzione ha sovente fatto passare per inadeguati dei prodotti considerati eccellenti solo una decina di anni prima: l’aggiornamento dei dati, in particolare la viabilità, soprattutto in alcuni dei prodotti di più largo consumo laddove la competitività viene giocata prevalentemente sul prezzo.

Sulla base di queste sintetiche, ma si augura convincenti considerazioni, la presente call for papers vuole rappresentare un’occasione per fare il punto sulla situazione attuale della diffusione della cartografia e dei prodotti a questa connessi o da questa derivati, soffermandosi sulla creazione, diffusione e fruizione attraverso il web e cercare di esaminare, in particolare, il nuovo approccio ad essa riservato all’interno del cosiddetto “Web 2.0”, per cercare di capire come, o forse è meglio dire se, l’interazione in rete tra utenti non necessariamente esperti può modificare i fondamenti storici nella produzione e utilizzo di una delle più antiche forme di diffusione della civiltà umana.

Nei contributi che ci si augura pervengano numerosi al numero dedicato del Bollettino dell’AIC, si vuole cercare di analizzarne la diffusione, le potenzialità, le criticità, i vantaggi e gli svantaggi di queste nuove “intuizioni” cartografiche, nonché osservare quali possono essere i ruoli dei produttori “tradizionali” di cartografia, in un contesto dove la dimestichezza con le tecnologie informatiche e geografiche in particolare rende, quantomeno apparentemente, facile la produzione di una carta dal consumo immediato. Saggi o scritti di carattere teorico e metodologico, così come resoconti di casi applicativi saranno i benvenuti.

I contributi dovranno pervenire entro e non oltre il 30 settembre 2012 e saranno sottoposti a referaggio anonimo di due referee.
Informazioni sul formato possono essere richieste direttamente ai due curatori (Giuseppe Borruso: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ,Giovanni Mauro: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) e alla segreteria (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0444-325775), tuttavia questi aspetti saranno importanti dopo l'accettazione del contributo per la pubblicazione.
Per la pubblicazione del contributo sarà necessario che almeno uno degli autori sia socio di AIC, la domanda può anche essere fatta contestualmente all'invio del contributo.

Tutte le informazioni a breve sul nuovo sito web dell'Associazione e sulla pagina facebook dell'Associazione dedicata alla call.

Giuseppe Borruso, Giovanni Mauro

 

(Credits immagine di apertura: Donato Giancola - il cartografo)

(Sotto la carta navigabile in 3D di Hong Kong)

hong kong 3d hi


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste cratere dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr FOIF formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps