NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Venerdì, 06 Luglio 2012 10:52

Nuovo avanzamento per il progetto GALILEO

Redazione mediaGEO

GALILEO 160PX

Con l' ottimo lavoro dei primi due satelliti GALILEO della fase IOV (In Orbit Validation)  l' Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha di fatto sancito la conclusione con successo della missione del primo satelllite "pioniere" del Progetto GALILEO, la navicella GIOVE-A, che ha ottimamente lavorato per un periodo di tempo che ha ampiamente sorpassato il limite programmato in fase di progettazione. 

Contemporaneamente, con l' approssimarsi dei successivi lanci dei satelliti della costellazione ESA ha ulteriormente perfezionato il suo Radio Navigation Laboratory (RNL) per venire incontro alle esigenze di testing del programma  GNSS europeo.

Aeronike

Il satellite GIOVE-A  venne lanciato per mezzo di un razzo russo della famiglia Soyouz dallo spazioporto di Baikonur (Kazakhstan) il 28 Dicembre 2005. Il suo principale e vitale compito operativo è consistito nel garantire le frequenze radio provvisoriamente assegnate a GALILEO dalla International Telecommunications Union (ITU). Il suo progetto, la realizzazione ed il lancio sono stati concepiti ed eseguiti in un tempo relativamente breve rispetto al  suo successore più grande e complesso, denominato GIOVE-B.

ESA ha formalmente concluso la missione di GIOVE-A nello scorso mese di Giugno, sebbene il satellite continuerà ad operare sotto il controllo dell' azienda (prime contractor) Surrey Satellite Technology Ltd di Guildford (Gran Bretagna),  che raccoglierà risultati su segnali e performance di un ricevitore GPS.

Oltre ad assicurare l' estensione di banda spettrale a RF necessaria per il programma GNNS, la missione GIOVE-A ha avuto anche il compito di testare in volo gli orologi atomici ed altro equipaggiamento operante per la prima volta nello spazio. In aggiunta ha avuto il compito di studiare le radiazioni ambientali in orbite di media altitudine,mai utilizzate finora in una missione europea.

Valter Alpe, responsabile per ESA delle attività dei satelliti GIOVE ha dichiarato: "GIOVE-A aveva una vita operativa  di soli 27 mesi: il fatto che abbia proseguito le sue attività per 78 mesi è stato veramente imprerssionante."

Nell' Agosto del 2009 GIOVE-A  fu spostato in una orbita di "smaltimento" a circa 100 km (62 miglia) sopra la quota  nominale dei satelliti della costellazione GALILEO, che orbiteranno a 23222 km di altitudine.

"I primi due elementi della costellazione sono stati lanciati il 21 Ottobre del 2011" - ha ricordato Alpe - " e stanno lavorando molto bene: GIOVE-A è stato di grande utilità per il programma dell' ESA ed ora non ha più molto lavoro da fare."

Costruito in tempi molto rapidi dalla SSTL, GIOVE-A trasporta tra l'altro un orologio atomico al rubidio, la cui accuratezza corrisponde ad un errore di tre secondi in un milione di anni.

Il 27 Aprile del 2008 GIOVE-B ha raggiunto in orbita il suo predecessore. Costruito da un consorzio industriale guidato da Astrium, il secondo satellite - di maggiori dimensioni del primo- trasporta un orologio maser ad  idrogeno passivo ancora più accurato, con un errore di un secondo in tre milioni di anni. Allo scopo di ottenerela giusta ridondanza , i satelliti GALILEO operativi trasportaranno due paia di orologi al rubidio e maser.

I satelliti GIOVE provengono da una modifica delle piattaforme satellitari esistenti: un prototipo di minisatellite geostazionario per GIOVE-A, mentre per GIOVE-B una piattaforma commerciale francese Proteus tipicamente utilizzata per osservazione della Terra.

Con una vita orbitale di circa 50 mesi, GIOVE-B verrà utilizzato per test di calibrazione dei carichi utili questa estate. Quindi, nel mese di Settembre verrà anch' esso spostato in una orbita di "smaltimento" più alta di circa 300 km. A quel punto anche la missione di GIOVE-B si riterrà conclusa.

Ai primi di ottobre assisteremo al lancio dei prossimi due satelliti GALILEO per mezzo di un  razzo Soyouz dallo spazioporto europeo di Kourou, nella Guiana Francese.

"Questo sarà un passo in avanti molto importante perchè quattro satelliti sono il minimo per necessario per effettuare misure di posizionamento. In questo modo il testing del Sistema GALILEO potrà così procedere.

La disponibilità dei  primi servizi di GALILEO è prevista per il 2014.

Presso il centro tecnico ESA-ESTEC di Noordwijk (Olanda) ha sede il nuovo Radio Navigation Laboratory (NRL), che include tra l'altro infrastrutture specializzate, come il PRS Laboratory, progettato per monitorare il segnale GALILEO più preciso e sicuro, appunto il Public  Regulated Service (PRS).E' stato inaugurato il 2  Luglio 2012 da Franco Ongaro (ESA - direzione tecnica e controllo qualità), da Didier Faivre (ESA - direzione attività di GALILEO) ed a Riccardo De Gaudenzi (ESA - divisione sistemi in banda RF).

"ESTEC ha incrementato le sue capacità di supporto allo sviluppo di tecnologie di navigazione satellitare" - ha dichiarato Ongaro - " ed oggi con l 'aggiunta di questa infrastruttura giocherà un ruolo essenziale nel supporto alla validazione e rilascio del Public Regulated Service di GALILEO, che sarà uno dei servizi chiave di GALILEO  per l'Europa". La nuova struttura sarà anche utilizzata per valutare prototipi di ricevitori PRS, come supporto per applicazioni ad elevata precisione e per lo studio di tecniche anti-jamming ed anti-spoofing.

Trasmesso attraverso due segnali criptati, il PRS offre il servizio di GALILEO maggiormente accurato, con acceso riservato ad organizzazioni governative (come polizia, vigili del fuoco, servizi di emergenza). Il laboratorio PRS  è costituito da una struttura fisicamente e virtualmente isolata dove i test possono essere eseguiti in regime di  assoluta sicurezza. Creato al momento per GALILEO, ESA ha in programma l' impiego della infrastruttura per tutti  i suoi futuri progetti che richiederanno accesso sicuro e protezione dei dati.

Il Radio Navigation Laboratory si occuperà dello studio di tutto il panorama delle applicazioni della navigazione satellitare, da quelle commerciali a quelle scientifiche. Un esempio di queste ultime è la futura missione PARIS,  che studierà la riflerssione dei segnali GNSS per rilevare tempeste oceaniche e tsunami.

[Fonte: 2012 Gibbons Media & Research LLC]


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago landsat laser scanner leica lidar magalopoli MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mixed reality mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile Ramsar realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo