itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Giovedì, 28 Giugno 2012 15:40

Un report dal convegno annuale dell'AIC, l'Associazione Italiana Cartografia

Redazione mediaGEO

aic
Si è svolto a Padova, presso l'archivio antico del Palazzo del Bo dell'Università degli Studi, nelle giornate del 10 e dell'11 maggio 2012 il Convegno annuale dell'Associazione Italiana Cartografia – AIC, intitolato “La cartografia nella valorizzazione dei beni naturali e culturali”.
L'edizione dell'annuale appuntamento di AIC si è svolta come di consueto nel mese di maggio, concentrando tuttavia l'attività su due sole giornate, non per questo meno intense per quanto riguarda qualità e quantità dei contributi presentati.

Aeronike

L'idea alla base del convegno parte dal presupposto che “tutela e conservazione dei beni naturali e culturali coinvolgono la cartografia” in quanto tali azioni non possono essere intraprese senza un'accurata localizzazione cartografica. “La cartografia interagisce con la valorizzazione dei beni naturali e culturali in quanto nessuna azione può essere intrapresa senza l'ausilio di una corretta rappresentazione”. In ciò in particolare si riconosce il paesaggio, quale luogo di incontro di beni naturali e culturali intimamente connessi, luogo di interazione tra agire umano e ambiente naturale, esso stesso assurto a bene culturale e simbolo identitario che esprime cultura legandola ai luoghi.
L’apertura del convegno ha visto l’intervento delle autorità, tra cui il direttore del Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione dell’Università degli Studi di Padova, prof. Paccagnella, del prof. Surace (ASITA), del dott. Longhi (CISIS), nonché dei presidenti o loro rappresentanti dei sodalizi geografici.

L'apertura dei lavori, dopo l'intervento di presentazione del presidente di AIC, e in pectore di ASITA, Scanu, è stata caratterizzata da una sorta di mini-tavola rotonda in cui Longhi e Surace hanno discusso di “Nuova informazione geografica, alla luce delle recenti disposizioni normative”.  La sessione è stata moderata dal prof. Franco Farinelli, presidente dell’Associazione dei Geografi Italiani (AGeI) e sensibile studioso e conoscitore del paesaggio e delle sue implicazioni. La sua osservazione riguardante la difficoltà di inserire il concetto di paesaggio de facto e de jure all'interno della compagine politica e pianificatoria è che questa va ricercata nel concetto estetico legato al paesaggio, contrapposto al concetto politico tipico invece del territorio, e pertanto più facilmente inseribile in azioni di policy.
Al dibattito sono seguite le due relazioni invitate dell'Ing De Gennaro, dirigente Regione Veneto, che ha esposto quanto prodotto dal suo ente locale in tema di cartografia e beni ambientali, e del prof. Vassena dell'Università di Brescia, che si è concentrato invece sul rilievo 3D nell'ambito dei processi di tutela e valorizzazione dei beni culturali.
La prima giornata è proseguita con le due sessioni, coordinate rispettivamente dal prof. Farinelli sul tema “Cartografia tra natura e cultura”, e dalla prof.ssa Scarpelli su “Cartografia storica e Beni culturali”.

La mattinata di venerdì 11 maggio ha visto la ripresa dei lavori con due sessioni, moderate rispettivamente dal prof. Gianfranco Battisti e dal dott. Giuseppe Borruso, la prima sul tema “nuove frontiere cartografiche e sistemi informativi geografici”, seguita dalla seconda su “Conservazione e valorizzazione dei beni naturali e culturali: ideazione di nuovi percorsi cartografici”.
Pur in versione ‘ridotta’ quanto a durata – il convegno si è svolto su due giornate contro le tre delle precedenti edizioni – l’incontro ha rappresentato l’occasione per fare il punto sugli studi e le ricerche cartografiche, nonché sulle produzioni, con particolare riferimento al tema dei beni culturali e ambientali, dimostrando ancora una volta la vitalità della disciplina e la varietà di temi e argomenti su cui i soci si cimentano: dagli studi di carattere storico, a quelli legati alle tecnologie informatiche di analisi e monitoraggio del territorio, fino alle più recenti manifestazioni del ‘web 2.0’ e degli ‘open data’ anche nell’ambito cartografico.
La 'cronaca' del convegno è stata altresì trasmessa su twitter all'hashtag #AIC2012, con l’occasione attivando l’indirizzo di AIC @aic_it.

Giuseppe Borruso


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago landsat laser scanner leica lidar magalopoli MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mixed reality mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile Ramsar realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps