itzh-CNenfrdeptrues
Università Siena Geotecnologie
3D Target
Mercoledì, 27 Giugno 2012 10:18

A proposito di Open Data

Redazione mediaGEO

GoogleEarth

Per dati aperti, Open Data appunto, intendiamo una disponibilità del dato utilizzando servizi informatici tramite porte applicative, ad esempio, o disponibilità di dati in download?

La soluzione sarebbe semplice: dati in disponibilità da servizi se sono dinamici, dati in download se sono statici.
E la cartografia secondo voi è statica o dinamica?

Da un pò di tempo si sente parlare di Open Data Geografici, dai più intesi come la possibilità di "scaricare" (parolina magica su cui molti drizzano le antenne, derivata da un obsoleto modo di vedere il business su internet) i più disparati files di tipo geografico per avere la possibilità di realizzarci applicazioni che poi possano dare un reddito economico ai loro realizzatori.

VidaLaser
Aeronike

Ma spesso analizzando la cosa e vedendone gli aspetti reconditi mi chiedo se dal punto di vista prettamente informatico dell’apertura, garanzia e aggiornamento del dato non ci troviamo già a disporre di una ottima apertura dei dati geografici, consentita dalla grande istituzione dei Web Services, che tempo fa rivoluzionarono il rapporto della Pubblica Amministrazione rispetto ai pubblici utilizzatori.
La disponibilità degli infiniti strati cartografici sul Geoportale Nazionale del Ministero dell'Ambiente ne è prova.
Basta utilizzare un qualsiasi software Gis, aperto o commerciale oggi non fa differenza, per trovarsi il menu che consente di caricare i layers geografici dai Web Services ed avere istantaneamente nella propria applicazione GIS la cartografia di interesse con le definizioni, aggiornamenti e limiti d'uso consentiti dalla legislazione vigente.

Ma non solo il Ministero dell'Ambiente è presente su questa linea in quanto altri Ministeri e PA locali hanno avviato i processi per rendere disponibili i web services (Beni Culturali, ISPRA, etc.).

Ma quando si parla dei servizi la domanda ricorrente è sempre la stessa:

ma dai web services si possono scaricare i dati?

Io veramente non arrivo a comprendere il motivo di tale necessità specialmente oggi che stiamo andando verso un’architettura di dati e applicazioni cloud ove il vero grande vantaggio è quello di trovarsi ad avere su una piattaforma leggera dati sempre freschi e aggiornati dai providers ufficiali.

Ricordo coloro che giravano tempo fa con i navigatori TomTom su cellulare, avendone appunto "scaricato" una versione reperibile nei meandri della rete o negli ormai anche loro obsoleti sistemi peer-to-peer, quante volte sono finiti in zone in cui la segnaletica della viabilità era errata, non aggiornata, col rischio di finire spesso in loop infiniti o se andava peggio a prendere una multa. Il vantaggio di avere il dato aggiornato e un servizio minimamente garantito è quindi evidente nel caso dei grafi stradali. Ma si potrebbe obiettare sulla necessità di collegamento internet per il funzionamento e quindi poter disporre di dati scaricabili per avere la garanzia di uso anche in zone scoperte.

Ma nel settore della Cartografia Tecnica Regionale, ad esempio, quale sarebbe la differenza tra poterne disporre su un web service rispetto allo "scaricamento" del dato? Questo è un argomento sul quale sarebbe interessante avviare un confronto di opinioni, magari un piccolo workshop, sulla risultanza del quale poter convogliare le azioni legislative in atto che consentano alle Amministrazioni di poter mettere a disposizione nel modo migliore il dato geografico.

La stessa cosa andrebbe avviata nel settore del dato satellitare. 
Perchè si parla tanto di apertura del dato geografico e si trascura invece una delle fonti del dato che sta assumendo sempre più importanza anche nella formazione dei Database Topografici e delle Ortofoto Regionali?
Uno stimolo per coloro che nelle associazioni per gli Open Data Geografici stanno realizzando elenchi di dati disponibili, a voler inserire anche i dati satellitari disponibili, intendendo tra questi quelli che i cittadini hanno già pagato e sono quindi di proprietà pubblica.

Ma tornando al tema Web Services / Open Data mi preme portare un esempio che ci viene dal Parlamento Svizzero ove i dati principali delle attività parlamentari sono disponibili tramite un'interfaccia pubblica accessibile via computer (servizi web / formato xml), in quanto dati dinamici ancora in discussione. I dati finali delle votazioni non sono accessibili via computer tramite un servizio web, tuttavia, in quanto statici possono essere scaricati mediante un download di dati in formato xml.

 


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste cratere dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps