itzh-CNenfrdeptrues
Codevintec Days Trieste
3D Target
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Martedì, 19 Giugno 2012 07:03

E' uscito il numero 2 2012 di GEOmedia

Redazione mediaGEO

2012-n2-12x170

E' uscito il numero 2 2012 di GEOmedia.

Gli argomenti trattati vanno da un report dai mercati dell'est ad altri argomenti più interni come l'intervista al Comandante IGM per il nuovo sistema di riferimento o argomenti più scientifici come il disturbo dei sistemi GNSS per il vento solare. Vi proponiamo la lettura dell'editoriale che vi guiderà ai temi trattati.

Aeronike

Editoriale da GEOmedia 2 2012

Mercato estero o interno?
Il rapporto con l’estero non è ancora vissuto bene in Italia e i pochi italiani, che hanno la possibilità di vivere nell’ampiezza della molteplicità dei paesi che ci circondano, sono quasi sempre entusiasti delle aperture e delle opportunità che si instaurano nell’ambito del nostro campo professionale. Ad esempio, nel settore del Catasto, il direttore della rivista GIM International, Durk Harma, rileva che nel mondo ci sono 4 miliardi e mezzo di appezzamenti di terreno, su un totale di 6 miliardi, ancora da rilevare. Quindi, anche se abbiamo mappe ad alta precisione del mondo e, a differenza di qualche secolo fa, non ci sono più terre sconosciute, non sono state ancora censite e registrate in un sistema di gestione della proprietà terriera, il 75% delle particelle di terreno del mondo. E nel mentre che i confini dei paesi vengono rilevati e riesaminati, il terreno, su cui miliardi di cittadini stanno vivendo, non è soggetto alla certificazione dei diritti di proprietà attraverso un adeguato sistema catastale. Per rilevare tutto il residuo, entro i prossimi 25 anni, avremmo bisogno di esaminare più di 80 milioni di particelle all'anno, cioè circa mezzo milione al giorno - e ancora di più se togliessimo i week-end e i giorni festivi. Chiude Harma, rilevando che questo sarà un compito immane, ma che è abbastanza rassicurante, dal punto di vista della certezza del lavoro ancora da fare nei prossimi anni.

E che dire poi del fatto che, anche dove il sistema Catastale è stato instaurato, è comunque necessario un intervento continuo di manutenzione, come ad esempio succede al momento in Italia ad opera delle migliaia di professionisti costretti ad operare in una modalità che deve tenere presente la non stabilità di punti di riferimento e di confini, perché le risorse dell’Agenzia del Territorio ancora non consentono di dare il via all’ormai da tempo auspicato, completo rifacimento della mappa catastale - di cui anche nelle pagine della nostra rivista si è spesso discusso. In questo caso, pur sentendosi una forte esigenza che si esplica da parte delle molteplici tipologie di utenti, che chiedono di porre fine alla anacronistica discrasia tra le cartografie tecniche urbanistiche, neanche strumenti di alto livello tecnologico e concettuale, quali i Sistemi Informativi Territoriali, sono riusciti ad avere successo in un paese in cui l’Urbanistica tenta di relegare gli strumenti geomatici ad un ruolo secondario dei Tecnici contro gli Accademici, per lasciare libertà al gioco speculativo della gestione del Territorio.

In questo settore anche splendide organizzazioni come quella della FIG, la Federazione Internazionale dei Geometri, quando arrivano in Italia sono sempre considerate estere e al loro convegno, che si è tenuto recentemente a Roma - un fatto quasi straordinario - non si è avuta la partecipazione, neanche emozionale, degli utenti del settore.
Le ditte Italiane dovrebbero guardare di più all’estero e all’enorme mercato che si sta aprendo e che dispiegherà sorprese, quanto meno a coloro che avranno il coraggio di passare le Alpi o il Mare Nostrum.
Un esempio esaltante ci viene dalla Rete d’Impresa Gis Italiana GeoNetCom, che, guidata dall’illuminato spirito imprenditoriale di un riferimento chiave del mercato GIS, sta ora aprendosi ai mercati dell’Est, come ho potuto apprendere andando recentemente a Tirana e su cui vi riporto nell’articolo dedicato all’interessante Fiera Tecnologica guidata dalla Confindustria Albanese nella quale la massima partecipazione era dominata da ditte cinesi.

In questo numero vi riportiamo anche una importante intervista rilasciataci dal Comandante Petrosino dell’Istituto Geografico Militare, relativa al nuovo sistema di riferimento adottato recentemente, l’ETRF20000, che sta entrando in questo momento a pieno regime in tutte le regioni.
Un auspicio che un riferimento unitario nazionale possa essere la guida per recuperare il controllo del nostro Territorio che, per citare una semplice frase fatta, sembra quasi aver perso il senso dell’orientamento.

Vai alla lettura del numero 2 2012


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA landsat laser scanner leica lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile Ramsar realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

Servizi a Rete TOUR 2018
GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps