itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Martedì, 12 Giugno 2012 18:54

Comunicazioni Satellitari ed Emergenze Territoriali

Redazione mediaGEO

estel logo

Alla  ESTEL Conference 2012, che si terrà a Roma nel prosssimo mese di Ottobre, sarà presente tra i relatori il prof. Enrico Del Re, che detiene la cattedra di  Digital Signal Processing presso il   Dipartimento di Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni dell’ Università di Firenze.

Alla conferenza ESTEL il prof. Del Re terrà un intervento (precisamente la sesta Invited Lecture, in data 3 Ottobre), che sarà dedicato  al tema delle Comunicazioni Satellitari per le Emergenze. ESTEL Conference  ha chiesto al prof. Del Re  alcune brevi riflessioni circa l’importanza  del ruolo svolto dalle Telecomunicazioni  Satellitari, prendendo spunto dai recenti terremoti che hanno colpito l’ Italia.

Aeronike

“Nelle emergenze che seguono disastri  come i terremoti” – ha spiegato il prof. Del Re – “ le infrastrutture di telecomunicazioni terrestri  ed i sistemi radio mobili possono risultare seriamente danneggiati o addirittura distrutti. La componente satellitare del sistema di telecomunicazioni, destinata ad operare in tutte le situazioni di emergenza e di crisi, anche  in mare aperto, oppure in atmosfera (quando sono coinvolti veicoli aerei), oppure in regioni a bassa densità di popolazione può risultare in certi contesti l’unico canale di comunicazione disponibile, anche per diversi giorni”.

Ha proseguito Del Re: “Anche se le reti terrestri possono risultare l’anello più debole nella catena di comunicazione nel caso ad esempio di un terremoto, la situazione migliore in termini di disaster-recovery è la cosiddetta ‘situazione ibrida’, in cui i satelliti vengono utilizzati come infrastruttura complementare alle reti di radio comunicazione terrestri ed a quelle wireless. Questo perchè i satelliti “ – ha concluso il prof. Del Re – “comunqe sono sempre al lavoro e presentano rispetto alla componente terrestre una più bassa capacità di banda e costi più alti”.

 


---



Enrico Del Re is Full Professor of Digital Signal Processing for the  Department of Electronics and Telecommunications Engineering of the University of Florence.

At  ESTEL Conference he will speak, in the sixth Invited Lecture, about Satellite Telecommunications for emergencies, on Wednesday October 3rd. ESTEL Conference newsletter reached Professor Del Re to get impressions about the important role of satellite telecommunications in the recent Earthquakes that hit Italy.  

“In emergencies following disasters like earthquakes, terrestrial telecommunications structures or mobile radio systems might be seriously damaged or even destroyed. The satellite telecommunications component for emergency or crisis situations, in the seas or oceans, atmosphere (flight vehicles) or in regions with a low population density, can be the only available channel to communicate, even for days” – explains Professor Del Re.

“Even though terrestrial network can result the weaker link in the communication chain, during earthquakes, the best situation in disaster recovery and handling, is the so called “hybrid situation”, when satellite are used as complementary to terrestrial radio communications and wireless network. Satellites, in fact, though always working, have lower band capacity and higher costs, with respect to terrestrial component” – concluded Professor Del Re.   

 

[Fonte: ESTEL Conference]


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago landsat laser scanner leica lidar magalopoli MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mixed reality mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile Ramsar realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps