itzh-CNenfrdeptrues
3D Target
Università Siena Geotecnologie
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Sabato, 26 Maggio 2012 18:12

ESA - Immagine della settimana: Il Delta nel Profondo Sud (24 Maggio 2012)

Redazione mediaGEO

delta mississippi thumb

L’ immagine che pubblichiamo questa settimana è stata ottenuta dal satellite americano LANDSAT il 3 Ottobre 2011 e mostra il Delta del fiume Mississipi, area nella quale il più grande fiume degli Stati Uniti  si riversa nel Golfo del Messico (folder scaricala in alta risoluzione).

Aeronike
VidaLaser

Nell’immagine in falsi colori  i territori coperti di vegetazione appaiono di colore rosa, mentre i sedimenti presenti nelle acque circostanti appaiono di colore blu chiaro e verde.

Il Delta è anche detto  a ‘zampa d’uccello’ (lett.: bird foot - NdT), in ragione della particolare forma assunta dalla rete di canali che si estende nell’area.

L’estensione del Delta del Mississipi  si è venuta determinando nel corso di milioni di anni attraverso il deposito dei sedimenti. Tonnellate di sedimenti trasportati dal fiume hanno creato i territori paludosi della Louisiana meridionale, che costituiscono oggi habitat per molte specie viventi in via di estinzione ed al contempo proteggono la terraferma  dai venti che accompagnano gli uragani, ostacolando la loro velocità.

Tuttavia, nel corso degli ultimi decenni l’accumulo di sedimenti nel Delta  si è drasticamente ridotto a causa sia di fattori naturali, che di fattori antropici. Estrazioni intensive sia di gas che di petrolio sono causa di subsidenza del Delta e dei terreni paludosi, mentre l’innalzamento del livello delle acque del mare aumenta l’erosione e le aree di acqua dolce tendono a scomparire a causa dell’aumento dell’acqua salina.

Attualmente, all’incirca ogni mezzora viene perduta un’area di territorio la cui estensione è paragonabile a quella di un campo da calcio.

Nel 2005 l’uragano Katrina ha distrutto molta parte dei terreni paludosi  e nel 2010 lo sversamento di petrolio della Deepwater Horizon ha colpito la fauna selvatica naturale e l’industri della pesca.

Quest’area è di grande importanza da un punto di vista economica, in quanto fornisce il 17% delle riserve di petrolio ed il 16% della raccolta di pesce, in particolare delle specie di granchi e gamberi. Un terzo della produzione nazionale di ostriche proviene  dal Delta del Mississipi.

Il Thematic Mapper installato a bordo di LANDSAT-5  è congiuntamente gestito dalla NASA  e dal US Geological Survey (USGS). ESA supporta le serie LANDSAT come Missione Terze Parti, accordo in base al quale l’Agenzia utilizza le sue infrastrutture di terra e le sue professionalità per acquisire, processare e distribuire i dati LANDSAT alla comunità di utilizzatori.

ESA recentemente ha aperto gli archivi dei dati LANDSAT  per la loro utilizzazione gratuita da parte della comunità scientifica.



---



Deep South Delta

This Landsat image of 3 October 2011 shows the Mississippi River Delta, where the largest river in the United States empties into the Gulf of Mexico (folder download it in Hi-Res).

In this false-colour image, land vegetation appears pink, while the sediment in the surrounding waters are bright blue and green. The delta is known as the ‘bird-foot’ delta because of the shape created by the channels extending outward.

The size of the Mississippi River Delta built over millions of years owing to sediment deposition. The tons of sediment carried by the river system created the wetlands in southern Louisiana, which are home to many endangered species and help to protect the mainland from hurricane winds by acting like speed bumps.

Over the last several decades, however, the delta’s sediment load has been drastically reduced by natural and man-made factors. Extensive oil and gas extraction causes the subsidence of the delta and wetlands, and rising sea levels increase erosion as the fresh water dies due to the influx of salt water.

Currently, a chunk of land the size of a football field is lost about every half an hour.

In 2005, Hurricane Katrina destroyed much of the wetlands, while the 2010 Deepwater Horizon oil spill affected natural wildlife and the fishing industry.

This area is of significant economic importance, providing about 17% of the oil supply in the US, and 16% of fisheries harvest, such as shrimp, crabs and crayfish. A third of the nation’s oysters come from the Mississippi River Delta.

The Thematic Mapper on Landsat-5 is jointly managed by NASA and the US Geological Survey. ESA supports the Landsat series as a Third Party Mission, meaning it uses its ground infrastructure and expertise to acquire, process and distribute Landsat data to users.

ESA has recently opened archived Landsat data for use by the scientific community, free of charge.

 

(ESA - Image of the week: "Deep South Delta". Traduzione: Gianluca Pititto)


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr FOIF formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile Ramsar realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

Geospatial World Forum 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

  • GALILEO ha circa 100 milioni di utenti

    Rosario 04.08.2018 16:08
    Ingegnere
    Bell articolo…. ci ho fatto la tesi di laurea qualche anno fa e scritto un articolo in merito ...

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps