itzh-CNenfrdeptrues
3D Target
Venerdì, 06 Aprile 2012 15:49

GALILEO supera la verifica dei segnali protetti

Redazione mediaGEO

galileo

Procedono speditamente le attività pianificate per il deployment di GALILEO, il Global Navigation Satellite System (GNSS) Europeo.

Grazie all'impiego dei primi due satelliti della costellazione, già in orbita da Ottobre 2011, sono stati validati con successo i segnali criptati generati dal sistema. Questi segnali sono stati progettati per il loro impiego da parte delle autorità civili e militari europee. L'annuncio del positivo superamento dei test previsti è stato dato il 2 Aprile scorso da Spaceopal, la società mista italo-tedesca che gestisce attualmente le operazioni della costellazione, costituita da una joint-vernture tra l' italiana Telespazio (sede di Roma) ed il German Aerospace Center (DLR).

VidaLaser
Aeronike

I segnali criptati, su cui si baserà il Public Regulated Service (PRS) di GALILEO, sono stati trasmessi dai primi due satelliti della costellazione, attualmente orbitanti a 23222 km di altitudine, su un'orbita inclinata di 56 gradi rispetto all' Equatore. Sono stati verificati in termini di accuratezza e stabilità dai tecnici di Spaceopal.Nel comunicato del 2 Aprile la società ha annunciato il completamento dei test di verifica delle performance dei segnali, test operati dai centri di controllo coinvolti.

Com'è noto, due nuovi satelliti GALILEO della fase IOV (In Orbit Validation), identici alla coppia già in orbita,sono programmati per il lancio in orbita nel corso del 2012, portando così a quattro gli elemnti della costellazione in orbita. Saranno trasportati da una versione europea del vettore russo Soyuz: i primi due satelliti furono trasportati in orbita proprio in occasione del lancio inaugurale del Soyuz dallo spazioporto europeo nella Guiana Francese.

Il servizio PRS è stato pensato tecnicamente del tutto simile al servizio M-Code fornito dalla costellazione satellitare americana GPS. Analogamente a quest'ultimo, il servizio PRS non sarà in generale a disposizione del segmento di utilizzatori privati del GALILEO, ma sarà riservato - per le sue performance avanzate- alle forze militari europee, alle agenzie di protezione civile, alle organizzazioni autorizzate in ambito di sicurezza. Il servizio PRS verrà fornito agli utilizzatori autorizzati per un accesso illimitato, oppure a meno del pagamento di una tassa specifica.

Il PRS è stato in passato al centro di controversie: infatti, alcune critiche sono state sollevate in ragione del fatto che la sua semplice esistenza incrinerebbe l'immagine dell' intero progetto, nato ufficialmente come una infrastruttura di natura non militare.

Un prototipo di ricevitore PRS è stato sviluppato all'inizio di quest'anno dalla belga Septentrio e dalla britannica Qinetiq. Collocati presso gli impianti del Fucino della Telespazio (in Italia) i ricevitori hanno testato con successo la ricezione dei segnali PRS.

Le autorità di GALILEO in passato hanno espresso la preoccupazione che la costellazione satellitare Beidou/Compass (il GNSS cinese che è in fase di posizionamento in orbita e che diverrà operativo prima di GALILEO) trasmetta dei segnali di tipo PRS-M-Code che in termini di spettro di emissione si sovrappongano parzialmente ai segnali PRS di GALILEO. Sebbene questo fatto non contravvenga alcuna legislazione internazionale sulla materia delle radio-frequenze (nella misura in cui i due sistemi non interferiscono l'uno con l'altro), tuttavia ciò significa che eventuali azioni di disturbo sul sistema cinese inevitabilmente si rifletteranno anche su GALILEO.

Spacaopal gestirà la costellazione GALILEO dagli apparati del Fucino (in Italia) e dal centro di controllo DLR che si trova a Oberpfaffenhofen (in Germania), grazie ad un contratto di 194 milioni di euro (252 milioni di dollari), firmato nell'Ottobre del 2010.

(Fonte: Redazionale)


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia Artificial Intelligence asi asita autocad autodesk beidou beni culturali Bentley Bentley Systems big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cloud cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici digital geography dissesto idrogeologico droni eGEOS energia Epsilon Italia esa esri esri italia faro flyr FOIF fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geoportale geospatial GIS GNSS gps Harris HBIM Here hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE intelligenza artificiale interferometria INTERGEO internet of things ISPRA ISTAT landsat laser scanner leica geosystems lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mixed reality mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole di punti oceanografia OGC open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile QGIS realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche riegl rilievo rilievo 3d rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis slam smart city smart mobility smartphone social media spazio Stonex storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoto territorio top topcon topografia Toponomastica top story trasporti trimble uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility webGIS
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps