itzh-CNenfrdeptrues
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Università Siena Geotecnologie
3D Target
Mercoledì, 16 Novembre 2011 12:39

GEOmedia aderisce all'iniziativa Stati Generali Innovazione

Redazione mediaGEO

Stati Generali Innovazioni

GEOmedia aderisce all'iniziativa Stati Generali Innovazione ed invita tutti coloro che avessero possibilità di partecipare portando il proprio contributo ad accedere al sito:

 

http://www.statigeneralinnovazione.it/

 

Il nostro contributo è stato sintetizzato nella seguente proposta per lanciare un appello di considerazione dell'informazione geografica e territoriale  nel mondo della programmazione politica.

VidaLaser
Aeronike

GEOmedia, informazione geografica per la ricostruzione di un territorio offeso.

 

Tempo fa in un referendum come cittadini abbiamo espresso la nostra opinione chiamati a votare su argomenti molto tangibili, quali la paura del nucleare, la necessità dell’acqua e … già che eravamo lì, abbiamo espresso la nostra opinione anche su  alcuni atteggiamenti di un primo ministro che  forse aveva dato troppo sfoggio di sé.

In pochi giorni abbiamo risolto quindi questioni  che, in un Parlamento, rappresentativo degli stessi cittadini che possono votare nei  referendum, non avevano trovato soluzione. Il libero pensiero va subito alle scene da Landsgemeinde di Appenzel in Svizzera ove le decisioni sono prese da tutti i cittadini in assemblea, oppure alle opportunità che ci offrirebbe ora il Web, ove, considerati i costosissimi sistemi di sicurezza realizzati negli ultimi anni nel settore dell’informatica per la Pubblica Amministrazione, si potrebbe pensare di passare da un regime parlamentare ad un regime referendario, votando da casa magari all’interno di una applicazione GIS che geolocalizzi i voti in tempo reale.

La rappresentatività parlamentare purtroppo sembra persa forse perché non più legata a veri programmi e solidi ideali provenienti da scuole di pensiero storicamente consolidate.

Lanciando un ponte dal settore dei geomatici, che rappresentano quel gruppo della comunità in grado di dare gli strumenti geografici per la pianificazione, la protezione e la valorizzazione del territorio, si deve estrarre dalla scienza della descrizione del territorio quei pochi elementi che possano essere portati all’interno di un programma politico.

La protezione, la salvaguardia e la ricostruzione di un territorio ormai offeso e depredato possono essere sicuramente ideali solidi, semplici e comprensibili, facilmente attuabili e forieri di benefici da porre alla base di un Nuovo Programma Politico.

Si potrebbero ipotizzare pochi punti:

Primo, la formazione.
Rivedere completamente l’insegnamento dal livello primario a quello universitario, proponendo sin dall’adolescenza cos’è una mappa, una carta sia essa analogica o digitale, interattiva o con informazioni derivate da un sistema informativo geografico. Ai livelli di formazione universitaria illustrare il beneficio indotto dalla geomatica per salvare e riprogettare il territorio e l’urbano attraverso la conoscenza puntuale, dando risposte effettive alla gestione e prevenzione di disastri sempre più frequenti.

Secondo, l’uniformazione.
Ottimizzare una struttura centrale devoluta all’uniformazione geografica per recuperare il danno compiuto dallo spacchettamento delle competenze in regioni che non possono legiferare diversamente in una materia che per definizione non solo accomuna le regioni stesse, ma anche gli Stati, come la Direttiva Europea Inspire ci sta insegnando.

Terzo, l’infrastruttura geografica.
Rivitalizzare il settore dell’infrastruttura spaziale di dati geografici, inserendola a pieno titolo all’interno dei settori economici legati a tutte le infrastrutture primarie. L’infrastruttura geografica, infatti, è la base di  qualsiasi altra infrastruttura e deve viaggiare al pari delle infrastrutture primarie di comunicazione, di trasmissione di energia o delle reti elettriche di gas di acqua o di qualsiasi altra installazione di servizio pubblico primario, di certo non relegabile al solo servizio della difesa.

Qualcuno potrebbe dire: tutto qui? Certo, evviva la semplicità, noi di GEOmedia  volevamo occuparci solo della salvaguardia del nostro territorio, del nostro habitat, non altro.

Renzo Carlucci


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago laser scanner leica lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS
Geospatial World Forum 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps