itzh-CNenfrdeptrues
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Università Siena Geotecnologie
3D Target
Giovedì, 10 Novembre 2011 07:12

L'asteroide YU55 sfiora la Terra

Redazione mediaGEO

 

yu55
In diretta su Internet, Bill Merline (SWRI/Boulder), trova il tempo per spiegare alcune cose della prima immagine (grezza) ripresa con il telescopio Keck Alle 23:28 di ieri 8 Novembre, l'asteroide 2005-YU55 è passato a soli 319000 Km dal nostro pianeta, all'interno dell'orbita lunare. Largo circa 400 metri, l'asteroide è stato scoperto 6 anni fa ed è stato classificato come Near Earth Object, cioè appartenente a quella categoria di corpi celesti che nel loro percorso possono interessare il nostro pianeta. Su scala astronomica il passaggio di quest'asteroide è sufficientemente vicino per ricordarci per potenziale pericolo che tali corpi celesti costituiscono per il nostro pianeta e per la nostra civiltà. Noi ci troviamo nell'unico periodo della storia umana in cui siamo non solo consapevoli di queste situazioni, ma anche in grado di porre rimedio (o almeno tentare) a minacce dirette. Tuttavia i fondi per le ricerche in tale settore sono, ovviamente, scarsi.
VidaLaser
Aeronike

Il passaggio dell'asteroide YU55 è stato largamente pubblicizzato e schiere di astronomi, sia professionali che amatoriali, hanno effettuato osservazioni e raccolto dati a riguardo.

In particolare vogliamo evidenziare le immagini radar ottenute dalla NASA utilizzando dapprima l'osservatorio di Arecibo (lo scorso anno, determinando le dimensioni dell'oggetto), sia due giorni fa usando le antenne della Deep Space Network ed altri osservatori. Il risultato e' un breve filmato che mostra incredibili dettagli raccolti a quasi un milione di Km di distanza

(vedi http://www.jpl.nasa.gov/news/news.cfm?release=2011-343).

Un altro aspetto da evidenziare è stata la campagna osservativa effettuata dall'osservatorio Keck nelle isole Hawai'i. Il gigantesco telescopio binario (sono due telescopi) ha cercato di osservare l'asteroide nonostante le condizioni meteorologiche non fossero ideali. Lo scopo era determinarne la forma ed altri dettagli per poterne meglio studiare la composizione. "Principal investigator" della campagna è William Merline del Southwest Research Institute (Boulder, CO) che ha partecipato anche all'interessantissimo webcast dalla sala di controllo del telescopio. L'evento è stato organizzato in maniera semplice ed efficace ed ha permesso agli spettatori di vivere la vita dell'osservatorio in tempo reale, con un contatto diretto con gli astronomi e i tecnici. Era possibile inviare messaggi via FB, Ustream e email direttamente a chi narrava gli eventi e riceve risposte in tempo reale. Una cosa semplice, ma molto emozionante che ha messo in contatto la gente con la scienza, in modo molto naturale ed efficace che dimostra come molto spesso il rapporto con il pubblico è meglio sia gestito direttamente da chi ha la passione per la materia. (Su http://www.keckobservatory.org/ verranno resi disponibili sia le immagini elaborate che la registrazione dello streaming dell'evento).

L'asteoroide YU55 tornerà a interessare il nostro pianeta nel 2041, ma i dati relativi a quel passaggio, in termini di distanza dal pianeta, non sono ancora certi perchè troppi sono i fattori che ne possono condizionare il percorso orbitale, incluso un incontro ravvicinato con Venere nel 2025.

 


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago landsat laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

Geospatial World Forum 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps