NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Mercoledì, 25 Maggio 2011 21:05

I terremoti purtroppo ancora non sono prevedibili

Redazione mediaGEO

terremoto2

“Il mondo scientifico internazionale è concorde nel dire che i terremoti non sono prevedibili.
Non si può pensare che gli eventi sismici che hanno poi preceduto il terremoto aquilano del 6 Aprile potessero essere premonitori di un evento catastrofico”. Lo ha affermato oggi il Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi, Gian Vito Graziano.

Aeronike

“Il fatto che ci siano state diverse scosse – ha concluso Graziano – di minore entità non poteva lasciare presagire in maniera inequivocabile che ci potesse essere poi un terremoto di quelle proporzioni , soprattutto in un Paese quale l’Italia dove ogni anno si registrano ben 2000 terremoti”.

Ma è indubbiamente portavoce di tutta la comunità scientifica nazionale ed internazionale. E comunque se così fosse non dovremmo forse oggi andare a sgomberare tutte le aree a "rischio sismico"? Come mai ancora non si sgombera l'area vesuviana? o la regione Calabro-Messinese?

La realtà è che nonostante tutte le ricerche effettuate, a tutt'oggi, un terremoto si può registrare solo un attimo dopo che si sia manifestato e se qualcuno avesse questa paventata capacità di prevederlo sarebbe una salvezza per l'intera umanità.

Il Giappone insegna e vi invitiamo per questo a rileggere l'articolo che abbiamo ricevuto dal prof. Shunji Murai.

Lezioni dal disastro del Grande Terremoto e Tsunami del Giappone Est 311

Apprendiamo da abruzzo24ore.it:

"Dopo tre udienze di fuoco, (due delle quali consecutive) in cui a rispondere alle accuse mosse dal pm della Procura della Repubblica dell'Aquila, Fabio Picuti, sono arrivati in citta' avvocati penalisti di caratura nazionale, del calibro di Coppi, dell'ex ministro Biondi, il Gup del Tribunale Giuseppe Romano Garganella, dopo un'ora di camera di consiglio, ha rinviato a giudizio i sette componenti della commissione Grandi Rischi con l'accusa di omicidio colposo plurimo e lesioni: si tratta di Franco Barberi, presidente vicario della Commissione Grandi Rischi, Bernardo De Bernardinis, gia' vice capo del settore tecnico del dipartimento di Protezione Civile, Enzo Boschi presidente dell'Ingv, Giulio Selvaggi direttore del Centro nazionale terremoti, Gian Michele Calvi, direttore di Eucentre e responsabile del progetto Case, Claudio Eva ordinario di fisica all'Universita' di Genova e Mauro Dolce direttore dell'ufficio rischio sismico di Protezione civile, tutti assenti."

Tra le tante voci che si sono sollevate dal web riportiamo questa del blog umbertobraccili.it:

"Il rinvio a giudizio non significa essere colpevoli. Ma, pensando ai genitori dei ragazzi morti sotto le macerie con i quali ho scritto il libro "macerie dentro e fuori", significa che almeno si farà luce su una pagina buia della "commissione grandi rischi". Il processo sul mancato allarme nei giorni antecedenti al terribile sisma non era così certo. Troppo "importanti" gli indagati. Eppure la "piccola e senza mezzi" procura de L'Aquila ha svolto un lavoro enorme. Lo ribadisco, un rinvio a giudizio, non significa aver sbagliato ma era giusto, secondo me, far luce su 309 morti che qualcuno dice essere "tranquillizzati" fin troppo da un comunicato che in pratica diceva che all'Aquila non c'erano problemi. Il 23 novembre del 2010 sono stato invitato in Irpinia a parlare del libro "macerie dentro e fuori". C'era un altro dramma da ricordare. Trent'anni dal terremoto dell'Irpinia. Conobbi Pasquale De Santis, direttore dell'Istituto di geologia e vulcanologia. L'ingv è tra gli enti, insieme alla protezione civile, "rinviati a giudizio" per il mancato allarme. Ho riincontrato il dottor De Santis a L'Aquila durante una delle udienze per il mancato allarme. Persona squisita che non si tirò indietro ad una intervista dove dichiarò a nome del presidente dell'INGV Boschi cose importanti. Parlò dell'anomalia di quella riunione della commissione grandi rischi. Mai si era svolta fuori dalle mura di Roma, mai era durata così poco (mezz'ora) mai il pensiero dell'ingv non era entrato nel comunicato stampa finale (dopo mezz'ora). Chiesi al dottor De Santis se firmare il sei aprile 2009 nel pomeriggio, dopo il sisma, il verbale del 30 marzo rientrava nella normalità. Lui mi rispose "no". La magistratura farà il suo corso. E' importante non solo per chi è morto sotto le macerie ma anche per chi è vivo e quelle macerie non potrà mai rimuoverle.



Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago landsat laser scanner leica lidar magalopoli MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mixed reality mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile Ramsar realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo