NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itzh-CNenfrdeptrues
Codevintec Days Trieste
3D Target
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Mercoledì, 25 Maggio 2011 12:06

Previste nuove eruzioni dall’Etna

Redazione mediaGEO

etna-eruption_200px

Lo scorso 11 Gennaio intorno alle ore 22:00  ora locale  sono stati rilevati tremori vulcanici in prossimità del Monte Etna, in Sicilia.  L’attività ha successivamente raggiunto un picco di intensità la mattina seguente, dopodichè è iniziata una eruzione di lava presso il cratere di sud-est, a circa 1370 m di quota. La cavità del cratere è stata invasa dalla lava, con pennacchi di fumo protesi così in alto da  costringere l’aeroporto locale a sospendere i voli. Le emissioni di fumo si sono interrotte  intorno alle 15:30  del 13 Gennaio in base a quanto riferito dall’Istituto Italiano di Vulcanologia (INGV), grazie alle sue telecamere che osservano continuamente l’Etna.

Aeronike


Tuttavia gli scienziati hanno ammonito che altre eruzioni si verificheranno in tempi relativamente brevi. In particolare, Boris Behnke – vulcanologo esperto del Monte Etna- ha dichiarato in occasione del recente evento: “questa eruzione è molto simile alle oltre 200 emissioni di lava  avvenute alla sommità del vulcano –di cui 66 nel cratere sudorientale- nel corso dell’anno 2000. La stessa apertura che ha eruttato in questi giorni aveva già prodotto un quasi identico episodio – solo di più lunga durata – nel Settembre e nel Novembre del 2007 e di nuovo più recentemente il 10 Maggio del 2008.”

Come si sa l’Etna è il più grande vulcano attivo in Europa ed uno dei più conosciuti al mondo. Sebbene il 2010 sia stato un anno di calma eccezionale in termini di attività, in realtà  il vulcano è sempre sostanzialmente attivo e –come ha dichiarato lo stesso Behnke - è statisticamente molto raro che  trascorra un intero anno senza eventi eruttivi. “Ci attendiamo che l’Etna ritorni in attività in questo periodo” – ha poi aggiunto il vulcanologo – “in quanto ci sono molti segnali premonitori in questo senso”.

In particolare, nella stessa area dell’evento di metà Gennaio si erano verificati due episodi di intensità inferiore – uno il 23 Dicembre 2010, l’altro il 2/3 Gennaio 2011- che hanno avuto il ruolo di eventi premonitori dell’imminenza di una più importante  eruzione. “Ci attendiamo ulteriori eventi distanziati da intervalli simili” – ha  precisato Behncke- “e pensiamo che con il passare del tempo tali eventi avranno sempre maggiore intensità. Circostanze particolari possono comportare variazioni, ma la loro evoluzione è logica e molto simile a molti altri eventi del passato.”

Lo scienziato ha così ricordato che l’emissione di lava può durare anche settimane o mesi, come infatti già accaduto in passato – ad esempio, con la serie di 66 fontane di lava apparse nel 2000, che durarono per ben sette mesi.
mount-etna-110502-02

(Image credits: Boris Behncke)


Con i suoi 3328 metri di altezza l’Etna si staglia sull’orizzonte della città di Catania. L’avvio di attività vulcanica non ha rappresentato al momento un pericolo immediato per la città ed in effetti  nessun danno è stato segnalato in occasione della eruzione di metà Gennaio. Ricordiamo però che l’eruzione più violenta dell’Etna si ebbe nel 1669 e causò la morte di 15000 persone.

L’eruzione recente è chiamata anche “esplosione stromboliana”, termine che si deve al vulcano di Stromboli, non molto distante dall’Etna, rimasto attivo per centinaia di anni. Magma e bolle di gas incandescente innescano queste esplosioni, in grado di proiettare lava nell’aria a centinaia di metri dal cratere eruttivo. Queste esplosioni si succedono ogni pochi minuti, ritmicamente oppure irregolarmente ed i frammenti di lava – vere bombe vulcaniche- assumono forma circolare metre interagiscono con l’aria.

Gli Antichi Greci credevano che l’Etna fosse abitato da Vulcano, il dio del fuoco. Per loro le eruzioni del Monte Etna segnalavano semplicemente che Vulcano stava forgiando armi per Marte, il dio della guerra.

(Fonte: http://www.ouramazingplanet.com)



Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA landsat laser scanner leica lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mixed reality mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole di punti oceanografia OGC open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile Ramsar realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI slam smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

Servizi a Rete TOUR 2018
GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo