NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itzh-CNenfrdeptrues
3D Target
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Mercoledì, 23 Marzo 2011 11:52

EO e ISS per tutelare e valorizzare i Beni Culturali: guardiamo il mondo con 'occhi nuovi'

Redazione mediaGEO
italia_dallo_spazio
Studenti di varie scuole superiori della Regione Sicilia (ad esempio IPSIA Majorana Sabin di Giarre e Liceo Scientifico Galileo Galilei di Catania) ed alcuni studenti dell’Università di Catania afferenti alla Struttura Didattica Aggregata di Scienze e Tecnologie Applicati ai Beni Culturali, mediante l’ausilio di vari sussidi e dotazioni tecnologiche degli enti collegati, hanno potuto ascoltare l’ing. Paolo Nespoli, astronauta italiano in forza all’Agenzia Spaziale Europea durante la loro ultima missione.

Aeronike
VidaLaser


Con Nespoli si citano per questa missione anche Dmitri Kondratiev, comandante della Soyuz e della spedizione 27, Catherine Coleman, ingegnere di volo, mentre come equipaggio di riserva si ricordano Anatoly Ivanishin, Satoshi Furukawa e Mike Fossum.

Paolo Nespoli ed i colleghi sono attualmente a bordo della navicella spaziale Soyuz, decollata dal Cosmodromo di Baikonour, Kazakistan, durante la  recente missione MagISStra, la terza missione europea di lunga durata sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

L’idea di fondo di questo progetto è quella di tentare di capire come le nuove tecnologie di comunicazione possano consentire nuove strategie didattiche e di ricerca nel settore della tutela e valorizzazione di Beni Culturali, anche in vista di nuove implementazioni del turismo spaziale. Gli studenti al momento stanno raccogliendo informazioni utili sull’impresa che gli astronauti stanno svolgendo nel 'laboratorio spaziale'.

L’acronimo MagISStra combina il concetto di insegnamento (evoca il termina 'maestra' in latino) e l'acronimo di ISS. Il viaggio comprende 35 orbite intorno al globo terrestre ed il loro ritorno a terra è previsto per maggio. Durante la missione, Paolo è impegnato in oltre 30 esperimenti, non solo a beneficio degli scienziati europei, ma anche per le agenzie americana, canadese e giapponese (NASA, JAXA and CSA).

Il programma educativo in genere comprende alcune attività principali: l'iniziativa internazionale 'Missione-X – Allenati come un astronauta' che riguarda la salute, il benessere e la nutrizione, e 'Una serra nello spazio', una mini serra per l'osservazione di un ciclo di vita di una pianta in crescita, che i ragazzi delle scuole partecipanti all'iniziativa possono seguire in parallelo da terra utilizzando una serra simile e la stessa specie di pianta.  
I test da effettuare afferiscono a differenti settori disciplinari: Human Research, Fluid Physics, Radiation, Biology e Technology Demonstrations. Sarà anche testato il traffico marittimo dallo spazio catturando segnali da grandi imbarcazioni. Queste indagini potranno estendere la ricerca ad altri campi d’applicazione nel settore della 'geo-localizzazione'.

esa_camera3dNespoli ha fatto inoltre delle riprese con la nuova telecamera tridimensionale dell'ESA per mostrare la Stazione Spaziale, e non solo, 'con occhi nuovi'.
Con queste dotazioni tecnologiche Paolo Nespoli apre una finestra nel mondo attraverso l’ausilio di 'occhi stereoscopici'. Si tratta della Erasmus Recording Binocular 2 (ERB-2), implementata dal Cosine Research di Leiden, in Olanda, e la Techno System Development di Napoli.
I fotogrammi mostrano sia ambiti naturali che antropici del nostro pianeta, in diverse ore del giorno.
Alcuni fotogrammi possono essere visti 'in stero' mediante l’ausilio di speciali lenti dell’Erasmus Centre, che mette a disposizione gratuitamente per scopi scientifici o di ricerca.

Ricordiamo che Nespoli ed i suoi compagni di missione inaugurano un 'Decennio di Ricerca' sulla ISS, in particolare con la missione Esperia è stato portato in orbita, nella stiva dello Shuttle Discovery, il 'Nodo 2', detto anche ‘Harmony’, installato poi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Si trattava di un elemento di connessione, capace di collegare i vari moduli pressurizzati della Stazione (europeo, americano e giapponese) con la funzione di 'punto di attracco' per le navicelle spaziali. Durante gli 'incontri virtuali' seguiti in webstream su vari siti web (ad esempio www.esa.int) con studenti e giovani di tutto il mondo, Paolo Nespoli ha messo in rilievo importanti aspetti delle imprese già svolte e da svolgere, in grado di stimolare l’interesse e la passione dei giovani per le 'imprese scientifiche'.

nespoli_ISSIl bagaglio culturale trasmesso ha consentito a studenti delle scuole superiori ed universitari di rilevare le potenzialità di sussidi tecnologici al fine di sviluppare la ricerca seguendo un palinsesto pluridisciplinare, coinvolgendo anche Istituzioni pubbliche e private. Il progetto di ricerca tiene  anche in considerazione programmi educativi individualizzati (PEI o IEP) afferente anche al settore che analizza problematiche relative ai BES (Bisogni Educativi Speciali).
In particolare, su tematiche BES e Novel ICT sono già stati scritti tre saggi nell’ambito di un Master organizzato dall’Associazione Mnemosine e all’Università per Stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria, prendendo spunto da testi scritti anche dall’Ispettore Vito Piazza e da attività formative svolte dal Centro Studi Erickson.  Attività didattiche hanno preso spunto da webstreaming  e collegamenti in diretta organizzati da ESA congiuntamente ad ASI insieme a Thales Alenia Space, ALTEC (ed altre imprese di settore). Alcune attività si inseriscono nel contesto della partecipazione italiana alla realizzazione e utilizzazione della ISS, nell’ambito della quale l’Italia, attraverso l’ASI, oltre all’utilizzo come nazione membro dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), ha anche acquisito, nell’ambito di uno specifico accordo bilaterale con la NASA, il diritto in esclusiva di utilizzare  dati scientifici, tecnologici e commerciali di ulteriori risorse ISS.  

Si ricorda altresì che il monitoraggio e il telecontrollo a distanza degli esperimenti su ISS è possibile grazie alla connessione ai Centri NASA collegati con la ISS. Le infrastrutture collegate ai Centri NASA sono abilitate all’accesso al fine di garantire gli standard di sicurezza richiesti e la compatibilità delle interfacce tecniche e operative.
Alcune attività di ricerca, sono già state svolte presso l’Università di Catania (SDASR) con il coinvolgimento di Enti Internazionali, imprese che collaborano con ESA, la Amateur Satellite Corporation (e programmi educativi coordinati, in Italia, dall'AMSAT) a cui è già stata inviato l’application form, inserite nell’ambito di attività didattiche e di ricerca effettuate durante l’ a.a. 2009-2010, i cui risultati sono già stati inviati a Comitati Tecnico-scientifici afferenti a diversi organismi internazionali ed a riviste internazionali.

Agata Lo Tauro
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

{linkr:bookmarks;size:small;text:nn;separator:+;badges:16,15,13,12,2,8}

Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago laser scanner leica lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

Geospatial World Forum 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

  • Clima: SM2RAIN-CCI un nuovo dataset globale di precipitazioni a lungo termine

    Luca Brocca 08.07.2018 08:02
    Aggiornamento
    Abbiamo appena aggiornato il dataset. Qui trovate la nuova versione https://zenodo.org/record/1305021 ...

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo