NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Russian Spanish
Sabato, 23 Aprile 2005 14:49

Pane, amore e geodesia

Isabel Gramesòn
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il lettore non s’inganni. La moglie del cartografo non è che una figura di secondo piano in questo romanzo storico. La signora rappresenta soprattutto un pretesto per descrivere costumi ed usanze del Perù nel XVIII secolo, nonché i pericoli della Foresta Amazzonica. La vera attrattiva è il racconto dalle vicende e vicissitudini di un gruppo di scienziati alle prese con le misurazioni geodetiche nel ‘700. A quei tempi era nota la forma sferoide del pianeta, ma si sospettava che non fosse proprio rotonda. Due le scuole di pensiero: Cassini perorava la causa di uno sferoide allungato verso i poli e schiacciato verso l’equatore”, Newton sosteneva il contrario. Il dibattito accese gli accademici, e si convenne sulla necessità di una verifica decisiva.

Fu così che un team di dieci scienziati francesi partì per le Ande, munito di ogni possibile moderno strumento. “In aggiunta ai quadranti e al telescopio zenitale, il loro equipaggiamento scientifico comprendeva due telescopi, orologi di precisione, compassi di terra e di mare, termometri, un indicatore del livello della pioggia, alcuni barometri, un galvanometro, uno strumento per misurare l’azzurro del cielo e un altro per determinare il punto di ebollizione dell’acqua.” Compito della spedizione era quello di misurare un grado di arco all’equatore, per confrontarlo con un grado di arco misurato in Francia. Immaginarsi lo stupore degli Indios nel vederli all’opera con tutte queste bizzarre attrezzature! Tra le popolazioni locali qualcuno cominciò a pensare che quegli stranieri fossero esseri superiori, tanto che si “rivolse loro una preghiera. Potevano usare i loro poteri per ritrovare un mulo che era andato disperso”? In realtà, le cose non andavano così lisce, da un lato a causa di un eccesso di zelo da parte degli scienziati, dall’altro per l’insorgere di non pochi conflitti e rivalità nel gruppo, dall’altro ancora per le difficoltà oggettive causate dalla severità della natura e del clima. Tra mille peripezie, la spedizione si protrasse per molti anni, tanto da far rientro in patria quando ormai gli accademici del tempo avevano concluso per vie diverse che Cassini aveva torto. A tale proposito, Voltaire riservò loro una ironica accoglienza: “Vi siete spinti in luoghi lontani e sconosciuti per dimostrare ciò che Newton sapeva senza muoversi d’un passo”. Accanto agli aspetti avventurosi e scientifici, il volume ben illustra la realtà della Spagna coloniale del tempo, con un sistema economico di fatto basato sulla schiavitù degli Indios, pur formalmente fuorilegge. E poi? A completamento del romanzo c’è anche una storia d’amore, che riesce a svilupparsi in un così difficile contesto, pur perseguitata dallacattiva sorte. Lungi dall’essere melenso, l’incontro, la forzata separazione ed il reincontro della coppia si limitano a fornire le linee guida per una trama complessa e densa di riferimenti scientifici, storici e sociali. E’ una lettura a tratti scorrevole, a tratti più impegnativa, che svelerà anche qualcosa sull’autore di questa recensione...

 Autore del libro: Robert Whitaker 
 Titolo del libro: "La moglie del cartografo" 
 Editore: Garzanti 
 Pagine: 319
 Prezzo: 18€
 Data di uscita: 31 gennaio 2005
 ISBN-10: 8811665418
 ISBN-13: 978-8811665410

 
 
 
 
 

Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kxu34

 


SINERGIS
LiVE Libri Viaggi Esperienze
TUSEXPO 2017

Ultima modifica il Mercoledì, 22 Marzo 2017 17:25
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica Viva
Italdron

Naviga per temi

3D agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi asita autocad autodesk bacino idrico beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici diga digital geography dinosauri dissesto idrogeologico droni energia esa esri esri italia falsi colori faro FLIR flyr flytop formazione fotogrammetria galileo geodesia geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geospatial GIS GNSS gps hackathon Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO Intergraph internet of things isola ISPRA laser scanner leica lidar mappe mare menci metadati meteorite meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra penisola pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile qgis Ramsar realta aumentata realtà virtuale regioni remote sensing reti tecnologiche riegl rilievo rilievo 3d rischio rndt saie sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling supergis technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia trasporti trimble true color uav urbanistica uso del suolo utility vulcani webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
GeoBusiness 2017
UAV Expo Europe
www.geoiotworld.com
Earsel 2017

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo