NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Russian Spanish
Domenica, 29 Gennaio 2017 10:14

Kaspersky Lab supporta Antartic Biennale

Redazione GEOmedia

Eugene Kaspersky, Presidente e CEO di Kaspersky Lab, prenderà parte alla primissima Antartic Biennale – un viaggio che riunirà artisti, scienziati e visionari della tecnologia da tutto il mondo, per esplorare e creare un futuro culturale universale per l’Antartide.

La spedizione artistica, sotto il patrocinio dell’UNESCO, inizierà il 16 Marzo 2017 da Ushuaia, la città più a sud del mondo, dove i partecipanti si imbarcheranno sulla nave di ricerca “Akademik loffe”. Durante gli sbarchi nelle diverse zone dell’Antartide, gli artisti allestiranno delle esposizioni temporanee d’arte o si esibiranno in performance e spettacoli. La mobilità, l’equilibrio degli spazi, la compatibilità ecologica, l’espressività artistica e l’acutezza concettuale saranno i temi principali di questi progetti artistici. Tutte le installazioni create durante la spedizione saranno smontate e caricate sulla barca, per continuare la loro vita nei principali musei e centri artistici del mondo.

“L’Antartide è l’ultimo spazio veramente libero e un modello per il futuro. Secondo il trattato Antartico (1959) e i relativi accordi internazionali sono concessi esclusivamente per attività creative e ricerche scientifiche nell’interesse di tutta l’umanità”, afferma Alexander Ponomarev, capo del progetto, artista, navigatore e filosofo. “L’Antartide è il continente che può incoraggiare le persone a pensare al futuro dell’umanità e della cultura, offrendo l’opportunità di creare nuovi modi per vedere la vita nel nostro pianeta”.
Tra gli artisti che parteciperanno all’Antartic Biennale ci sono Tomas Saraceno, Zhang Enli, Lara Favaretto, Matthew Ritchie e Hani Rashid.
Alexander Ponomarev crede che questo viaggio sarà una rivoluzione perché si tratta di un fenomeno socioculturale unico. Al posto del solito padiglione nazionale, saranno affrontati i ghiacci inaccessibili del continente Antartico, vivendo l’unione tra la grande natura e la massima consapevolezza, grazie al dialogo con scienziati, futuristi e visionari della tecnologia.
Riguardo al suo viaggio imminente in Antartide con la Biennale, Eugene Kaspersky, Presidente e CEO di Kaspersky Lab, ha affermato: “In passato abbiamo supportato le spedizioni in Antartide, ma questo sarà per noi il più grande progetto nel continente. Penso che sarà un’impresa affascinante e ho deciso di appoggiarla quando ho visto la passione degli organizzatori. Non esiste nessun luogo come l’Antartide sulla Terra: è un continente condiviso senza confini che è allo stesso tempo bellissimo e fragile nel suo carattere selvaggio. Ci sono già stato, e penso sia un posto che fornisca molte ispirazioni per l’esplorazione e l’espressione artistica. Sono davvero contento di partecipare a questa spedizione e sono emozionato dalla possibilità di vedere le creazioni artistiche che verranno realizzate”.

Antartic Biennale
Antartic Biennale è un progetto intrapreso dall’artista, navigatore e filosofo Alexander Ponomarev, che ha diretto diverse spedizioni in Antartide. Ponomarev ha organizzato più di 100 progetti artistici, esposizioni ed eventi. Lo scopo dell’Antartic Biennale è creare una piattaforma interculturale e interdisciplinare per realizzare performance e comunicazioni efficaci con risorse limitate, così come con vincoli sociali e culturali, in luoghi ai confini dell’umanità.

Per saperne di più www.antarcticbiennale.com

Fonte: Noesis


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kwpfd


SINERGIS
LiVE Libri Viaggi Esperienze

ESA - Immagine della settimana

Italdron
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB

Dalla rivista GEOmedia

Topografia liquida e Fotogrammetria solida

Il neologismo ricorrente relativo alla “musica liquida” ben si adatta a descrivere quello che sta succedendo nel…

Geospatial 4.0, il GNSS Galileo e Einstein

Geospatial 4.0 è il termine usato quest’anno per identificare gli sviluppi del nostro settore. Un momento di profonda…

3D. Una invasione annunciata da tempo.

Le tecnologie del 3D stanno per invaderci sul serio e lo dimostra il fatto che da diversi ambiti giungono fortissimi…
La prima mappa di Plutone con toponomastica

Latitudine, longitudine e toponomastica anche per Plutone

Da circa dieci anni una missione spaziale ha iniziato un viaggio verso un luogo sconosciuto, la cui presenza venne…

Mappare a priori o a posteriori?

Da un pò di tempo fa notizia l’applicazione delle tecnologie geomatiche nella gestione delle emergenze per disastri…
GeoBusiness 2017
UAV Expo Europe

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo