NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Russian Spanish
Lunedì, 21 Novembre 2016 07:02

Lanciati contemporaneamente altri 4 satelliti Galileo

Redazione GEOmedia

Un razzo Ariane 5 modificato ha sollevato quattro satelliti Galileo portandoli in orbita il 17 novembre 2016 a seguito di un lancio dal centro spaziale europea di Kourou, nella Guiana francese. I satelliti di Galileo hanno raggiunto la loro quota di destinazione, dopo un "rilascio impeccabile" dal nuovo vettore progettato per gestire quattro satelliti, secondo l'Agenzia spaziale europea (ESA).

Il vettore ha rilasciato la prima coppia tre ore e 25 minuti dopo il decollo, mentre la seconda 20 minuti più tardi. Nei prossimi giorni, i tecnici potranno spingere i satelliti nelle loro orbite di lavoro finali e cominciare i test per assicurarsi che siano pronti a unirsi alla costellazione.

Questo lancio segna la prima volta che l'ESA schiera quattro satelliti contemporaneamente, in quanto i lanci recenti hanno portato solo due veicoli spaziali. Due ulteriori quattro satelliti da lanciare sempre con Ariane 5 sono previsti per Galileo nel corso dei prossimi due anni, uno ciascuno per restanti piani orbitali della costellazione. I precedenti 14 satelliti sono stati lanciati due alla volta utilizzando il razzo Soyuz-Fregat.

I satelliti già in orbita consentiranno alla Commissione europea di dichiarare l'inizio dei servizi Galileo, previsto verso la fine dell'anno.

"Ora che siamo in grado di fare affidamento sul potente Ariane 5, possiamo anticipare il completamento più rapidamente della costellazione Galileo, permettendo al sistema di entrare a regime", ha sottolineato Paul Verhoef, direttore dell'ESA per il programma Galileo e le attività di navigazione correlate. Il sistema completo di 24 satelliti, più i rimpiazzi si pensa che sarà attivo entro il 2020.

Il completamento della missione di lancio corrente aumenterà il numero di satelliti Galileo in orbita a 18; tuttavia, solo 9 degli attuali satelliti in orbita 14 trasmettono segnali sani a disposizione degli utenti, secondo l’European GNSS Service Center.

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k9ch4


SINERGIS
LiVE Libri Viaggi Esperienze
TUSEXPO 2017

Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica Viva
Italdron
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
GeoBusiness 2017
UAV Expo Europe

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo