NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Russian Spanish
Sabato, 18 Giugno 2016 10:42

Alcune riflessioni sulla funzione Google Location History

Redazione GEOforALL
I criminali che utilizzano Google Maps dovrebbero prendere seriamente in considerazione di passare al vecchio telefono. The Verge ha riportato diversi casi in cui la polizia ha richiesto dati di Google log per la localizzazione di sospetti.

I dati richiesti vengono raccolti da un servizio poco conosciuto chiamato Google Location History. Ne è stata fatta menzione più volte nel corso degli ultimi anni, così come lo scorso luglio, quando il servizio è stato ufficialmente aggiunto a Google Maps app nella forma della funzione Timeline.

Google dice che la timeline consente di aggiungere un layer spaziale per i tuoi ricordi, ma francamente ciò che realmente fa sta mostrando agli utenti che l'azienda non solo memorizza le informazioni sulla sorte di ogni cittadino ma anche che le analizza profondamente. Il servizio è una chiara evidenza che Google registra dove e quando lo smartphone è stato oggi e la politica di Google è quello di soddisfare le richieste delle forze dell'ordine per questi dati di localizzazione.

Secondo la US’Fourth Circuit Court of Appeals, che ha recentemente analizzato i casi, tale azione non costituisce reato per il quarto emendamento della costituzione americana, in quanto i dati richiesti sono forniti volontariamente dagli utenti. Secondo i giudici le informazioni sulla propria posizione geografica sono state fornite volontariamente e consapevolmente ad una terza parte.

Poco importa se si vuole nascondere qualcosa o semplicemente non si vuole condividere le proprie informazioni con tutto il mondo. In questo post sono stati elencati tutti i servizi dove Google registra i tuoi dati personali e in molti casi è possibile gestire le impostazioni di privacy per mantenerli privati.

Vale la pena di perdere un pò di tempo. Vale anche la pena ricordare che questa capacità è di gran lunga più diffusa sui telefoni Android che iOS.

(Fonte: Geoawesameness)


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k99kc


SINERGIS
LiVE Libri Viaggi Esperienze
TUSEXPO 2017

Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica Viva
Italdron
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
GeoBusiness 2017
UAV Expo Europe

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo